Mediaset, Berlusconi: ''Non posso esser presente in aula, ma si prosegua''

Mediaset, Berlusconi: ''Non posso esser presente in aula, ma si prosegua''

Mediaset, Berlusconi: ''Non posso esser presente in aula, ma si prosegua''

ROMA - Il presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, ha inviato una lettera ai giudici del tribunale di Milano che si occupano del processo sui diritti tv di Mediaset nella quale spiega di non poter esser presente in aula "a causa di impegni sopravvenuti", malgrado in precedenza aveva garantito la sua partecipazione. Il premier, comunque, ha riferito che si proceda in sua assenza dal momento che i difensori gli hanno detto che l'udienza riguarda solo questioni procedurali.

 

Berlusconi ha affermato anche che avrebbe avuto l'intenzione di rendere dichiarazioni, volontà dalla quale è stato tuttavia dissuaso dai suoi difensori che gli hanno spiegato come parlare in aula sarebbe in questo momento un errore procedurale. Nel frattempo l'avvocato del premier, Niccolò Ghedini, ha chiesto il termine per valutare l'eventualità di ricorso al rito abbreviato.

 

La richiesta è stata fatta sulla scorta della ormai nota sentenza della Corte Costituzionale che aveva giudicato parzialmente illegittimi gli artt. 517 e 516 del codice di procedura penale nella parte in cui non è consentito il rito abbreviato in presenza di contestazioni suppletive in dibattimento. Dopo una breve camera di consiglio i giudici della prima sezione penale hanno respinto la richiesta. Alla richiesta dei difensori dell'imputato si era opposto anche il pm Fabio De Pasquale.

Commenti (1)

  • Avatar anonimo di Mat02
    Mat02

    vergogna vergogna! Se vuole essre un bravo presidente sia prima ditttuo un citadino qualunque e se no fuori dalle balle perchè non è degno degli italiani e della loro stima! E' un buffone!!!!

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -