Meldola: riapre il ristorante "La Buga"

Meldola: riapre il ristorante "La Buga"

Meldola: riapre il ristorante "La Buga"

Dopo anni di assenza il ristorante pizzeria La Buga di Meldola torna da domenica 6 dicembre alla sua gestione originaria con un locale rinnovato e personalizzato che immerge i sapori della cucina tradizionale romagnola, della pizza cotta nel forno a legna, e l'ospitalità tipica in un ambiente rivisitato.

 

Acquistata dalla famiglia Maffucci nel 1978, la Buga, che prende il suo nome dalla conca che sorge nei pressi della struttura, torna dopo alcune gestioni esterne e diversi anni di assenza agli storici proprietari affidandosi alla squadra composta dai fratelli Andrea e Matteo Maffucci, accompagnati in questa avventura dal terzo socio Matteo Fabbri. La nuova offerta gastronomica punta molto sulla genuinità delle proposte con un occhio di riguardo per le produzioni biologiche e per la selezione dei prodotti, rigorosamente a KM0, ovvero provenienti dalle aziende del territorio circostante. Nel locale verranno inoltre proposti eventi a tema di carattere enogastronomico ma anche culturali. In particolare una serie di mostre d'arte che andranno ad impreziosire le sale del ristorante, a partire dalla personale del fotografo Cristian Ruffilli (Photocuba), che verrà inaugurata domenica 6 dicembre alle ore 16,30, in occasione della riapertura del locale. La mostra raccoglie una serie di scatti dedicati all'immaginario della cultura americana anni '50 per un viaggio tra pin up e rock and roll, restando allestita fino al 7 gennaio 2010; un'occasione quindi per immergersi nelle ambientazioni retrò delle opere di Ruffilli e allo stesso tempo assaporare le gustose ricette proposte dal locale.

 

Mostra fotografica. Note sull'artista

Cristian Ruffilli, classe 1971, si definisce non un fotografo ma "uno che ama fotografare"; spinto dagli apprezzamenti di amici e conoscenti sviluppa la sua passione esplorando l'immaginario legato agli anni '50 e al Rock and roll di cui è grande appassionato. Grazie alla collaborazione di amici che si prestano a fare da modelli ma anche di truccatori e parrucchieri realizza interessanti progetti fotografici volti a far conoscere il significato di pin-up e in generale della cultura americana di quel periodo, sulle orme di grandi artisti dell'epoca come Gil Elvgren e altre figure di riferimento per quel genere d'Arte.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -