Meldola, rugby. Una sconfitta agrodolce per i bidentini

Meldola, rugby. Una sconfitta agrodolce per i bidentini

MELDOLA. Primo "storico" punto dell'Asd Meldola Rugby, che sul campo amico di San Colombano perde per 18-14 contro il San Marino. Come al solito i meldolesi partono a rilento e subiscono i titani, complice anche una espulsione temporanea per Giorgio Rotondo. Dopo aver concesso tre mete non trasformate agli ospiti, i padroni di casa si svegliano e cominciano a macinare gioco e mantenere il possesso di palla. Il giallo tocca anche ad un sammarinese. Renam Asirelli sfrutta con velocità e potenza un calcetto a seguire dell'apertura e deposita la palla in meta per il Meldola, con Giorgio Rotondo che trasforma. I sammarinesi centrano un calcio di punizione e si va al riposo sul 18-7.

 

Al rientro è solo Meldola in campo, con San Marino che si difende con determinazione ma non si affaccia più nei 22 metri dei padroni di casa. Dopo un quarto d'ora è Valpiani a segnare meta, spinto da un Asirelli inarrestabile e molto presente a fianco dei raggruppamenti, Giorgio Rotondo trasforma ancora e i meldolesi iniziano un lungo assedio alla meta avversaria, arrivandoci vicino con: Annunziata, Servetti e Miserocchi. La tensione in campo sale e a 20 minuti dal termine scoppia una rissa, l'arbitro da un rosso (espulsione diretta) ad Asirelli ed un giallo (10 minuti fuori dal campo) ad un giocatore del San Marino. La musica però non cambia, anzi i padroni di casa attaccano con più veemenza. Si infortuna Sansavini a 10 minuti dal termine, mentre proprio nel finale l'arbitro estrae il secondo cartellino rosso per Pasini.

 

«Sono diviso fra felicità e delusione - commenta l'allenatore Matteo Miserocchi - felicità perché i gruppo sta crescendo tanto, abbiamo fatto un secondo tempo da dominatori e centrato il nostro primo punto in classifica; delusione perché abbiamo gettato al vento una vittoria alla nostra portata, ma anche per le due espulsioni e l'infortunio di Sansavini. Ora abbiamo due giocatori squalificati e 4 infortunati, domenica prossima andremo a Senigallia, un incontro che potevamo vincere, ma con 6 assenti su 19 disponibili, servirà un miracolo. Insomma giocando una partita, ne abbiamo probabilmente perse due, tutte alla nostra portata».

 

«Sulle espulsioni c'è poco da dire - aggiunge il tecnico - abbiamo fatto troppa confusione e siamo stati troppo teatrali, agitando ed indisponendo l'arbitro. Il secondo rosso è stato severo, ma ce la siamo cercata».

 

Formazione Meldola: Giorgio Rotondo, Morigi, Pasini, Ascari-Raccagni, Esposito, Miserocchi, Servetti, Asirelli, Banciu, Lioce, Bevilacqua, Simpson, Annunziata, Sansavini, Valpiani.

 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -