Meldola, scritte offensive. Il Pcl: "E se fosse stato un leghista?"

Meldola, scritte offensive. Il Pcl: "E se fosse stato un leghista?"

MELDOLA - Apprendiamo dai giornali locali che un isterico Morrone (segretario provinciale della Lega Nord), riguardo alla scritta comparsa sul cartello dialettale all'ingresso di Meldola, ha già il suo teorema pre-confezionato; Morrone dichiara infatti che "scritte minatorie di questo genere sono sintomo di un clima d'odio fomentato da frange estremiste di sinistra". Considerato però che l'autore del gesto non si è certo firmato, per quanto ci è dato sapere, potrebbe esser stato anche un esponente leghista il misterioso graffitaro, desideroso di consegnare le prime pagine locali proprio al suo partito, oltretutto a sole due settimane dalle elezioni amministrative.

 

Inoltre crediamo che un "Lega merda" comparso su un segnale stradale sia nulla rispetto a un comune (Meldola appunto) governato da centro-destra e Lega, dove solamente poche settimane fa è potuto accadere che morisse un giovane (Rudy) di freddo e stenti perchè sfrattato dalla stessa amministrazione comunale, la quale si scandalizza per un po' di spray e non fa nulla per combattere l'emergenza abitativa!

 

Partito Comunista dei Lavoratori (PCL)

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

sezione Forlì-Cesena "D. Maltoni"

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -