Meno infortuni sul lavoro, ma è allarme: Emilia-Romagna seconda in Italia

Meno infortuni sul lavoro, ma è allarme: Emilia-Romagna seconda in Italia

Meno infortuni sul lavoro, ma è allarme: Emilia-Romagna seconda in Italia

In occasione della 58esima Giornata nazionale per le vittime degli incidenti sul lavoro, l'Anmil fornisce i dati relativi agli infortuni sul lavoro, avvenuti tra gennaio e agosto 2008. All'Emilia-Romagna spetta un tragico secondo posto in Italia, con 83.419 casi, superata solo dalla Lombardia (98.374). In Romagna nelle provincie di Forlì-Cesena e Ravenna il bilancio è praticamente identico:7.878 infortuni, contro i 6.354 del territorio riminese.

 

Dai numeri preoccupati rilevati dall'Associazione nazionale fra mutilati ed invalidi del lavoro, si evince come il calo degli incidenti, rispetto al 2007, sia molto più spiccato nelle province di Rimini e Ravenna,. Si parla rispettivamente di -8,9% e -6,8%, contro una diminuzione assai meno rilevante nel territorio di Forlì-Cesena (-2%).

 

In Regione il triste primato tocca al capoluogo, con 17.668 infortuni, in territorio bolognese, nei primi 8 mesi del 2008, scesi del 5,1%, rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso. Segue Modena, con 15.153 casi ed un calo del 5,7%. Terza posizione per Reggio-Emilia dove gli infortuni sul lavoro sono diminuiti del 5,5%, toccando i 10.711. Parma ne ha contati 8.221. Agli ultimi posti Ferrara, con 5.037 e Piacenza con 4.518.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Chiara Fabbri

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -