MERCATO SARACENO - Un documentario per ricordare la tragedia dello Zingone

MERCATO SARACENO - Un documentario per ricordare la tragedia dello Zingone

Il tema della morti bianche e della sicurezza sul lavoro indagato tra passato e presente, dalle pagine di cronaca quotidiana alle testimonianze e i ricordi di una tragedia avvenuta sessant’anni fa, a Monte Castello, una piccola frazione nel comune di Mercato Saraceno.
Si tratta del crollo del ponte dello Zingone, via di comunicazione fra Mercato Saraceno e Sarsina, che il 30 aprile del 1948 travolse con le sue macerie gli operai che stavano lavorando alla ricostruzione dello stesso in seguito ai danni subiti dagli ultimi eventi bellici, strappando la vita a 19 uomini.
A questo tragico incidente, passato alla storia come la più importante tragedia del lavoro dell’Italia repubblicana, è dedicato XXX aprile: morire di lavoro ieri e oggi, un documentario realizzato dal regista Corrado Bertoni in occasione delle commemorazioni per il sessantesimo anniversario dell’evento, che si tengono a Mercato Saraceno da martedì 29 aprile a giovedì 1 maggio.

E sarà proprio il lungometraggio del documentarista e drammaturgo cesenate ad aprire domani sera 29 aprile il programma delle commemorazioni, con la proiezione in anteprima assoluta del film alle 21 a Monte Castello, nella sede della Cooperativa Martiri del Lavoro.

In XXX aprile: morire di lavoro ieri e oggi l’ottica del regista è quella di una “contemporaneità” degli eventi, dove la tragedia dello Zingone non appartiene al passato, ma ritorna in tutta la sua attualità nelle cronache odierne. Attraverso toccanti interviste ai superstiti e ai parenti delle vittime dello Zingone, il documentario vuole fissare le memorie di chi quel giorno c’era o di chi quel giorno perse i suoi cari.
“Sbobinando e montando le interviste ad un sopravvissuto, ai figli di alcune delle vittime e a testimoni attendibili che abbiamo raccolto per realizzare il documentario – interviene il regista - ci siamo effettivamente resi conto di come le dinamiche del fenomeno delle morti bianche si ripetano ancora oggi uguali a se stesse. Il bisogno di lavorare, la mancanza di sensibilità verso la sicurezza degli operai e dei dipendenti, la fretta per consegnare il lavoro nei termini sono purtroppo le circostanze sfavorevoli che spesso diventano causa degli incidenti sul lavoro”.

Il documentario si divide in due parti: la prima è quella che verrà presentata in occasione delle commemorazioni per l’anniversario dello Zingone e riguarda soprattutto la tragedia degli operai che persero la vita nel crollo del ponte.

Al suo interno è presente anche un notiziario del 1949 dell'Istituto Luce sulla tema della "ricostruzione in Italia", dove alla retorica tipica di quegli anni si aggiunge un senso di solidarietà nazionale e la voglia di ricostruire il paese dalle macerie della guerra e della lotta politica di quell'anno.
I riferimenti al presente andranno invece a costituire la seconda parte del documentario, che verrà montata e proiettata entro il mese di giugno e che riporterà anche alcuni momenti e discorsi del convegno sul tema della sicurezza sul lavoro che si terrà al Teatro Dolcini mercoledì 30 aprile.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -