Messina, medici litigano durante il parto. Neonato in coma

Messina, medici litigano durante il parto. Neonato in coma

Messina, medici litigano durante il parto. Neonato in coma

MESSINA - Ancora un litigio tra camici bianchi in ospedale durante un difficile parto. E' quanto accaduto all'ospedale ‘Papardo' di Messina. Il fatto ricorda quello avvenuto lo scorso 26 agosto per il caso del piccolo Antonio Molonia al Policlinico: anche in questo caso il neonato, nato di oltre 4 chili, è ricoverato in coma farmacalogico nel reparto di Terapia intensiva neonatale del Policlinico di Messina. Avrebbe riportato lesioni cerebrali ma anche negli arti.

 

Sabato la neo mamma, 24 anni, e il marito, 34 anni, hanno deciso di presentare una denuncia-querela ai carabinieri. Il sostituto della procura, Anna Maria Arena, ha aperto un'indagine, per ora, contro ignoti, ed acquisito le cartelle cliniche. Il parto è avvenuto dopo molte ore di travaglio della 24enne. La puerpera era in attesa del taglio cesareo deciso dal ginecolgo quando sarebbe intervenuto il primario ed il suo aiuto.

 

Quest'ultimi avrebbero persino strappato i moduli del consenso già firmato dai genitori ordinando che si procedesse invece col parto naturale. La 24enne è riuscita a partorire solo dopo quatto ore. Quando i familiari si sono resi conto delle gravi condizioni del piccolo si sarebbero scagliati contro il ginecologo, accusandolo di aver ritardato il parto. A causa delle sue dimensioni il neonato sarebbe rimasto incastrato e quei secondi di mancanza di ossigenazione avrebbe creato lesioni cerebrali, ma anche agli arti.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -