Meteo, irrompe il freddo: ''Venerdì è il giorno della neve''

Meteo, irrompe il freddo: ''Venerdì è il giorno della neve''

Meteo, irrompe il freddo: ''Venerdì è il giorno della neve''

Da giovedì l'inverno irromperà prepotentemente in Emilia Romagna. Lo conferma Paolo Mezzasalma, meteorologo del servizio dell'Arpa regionale. L'estensione di un campo di alta pressione sull'Oceano Atlantico bloccherà i flussi miti occidentali, innescando la discesa di aria fredda dall'Artico che determinerà un brusco calo delle temperature. E venerdì sarà il giorno della neve, che potrà imbiancare la Romagna a quote molto basse e persino la pianura in Emilia.

 

Dopo la serie di perturbazioni atlantiche giungono i primi spifferi freddi. Cosa dovremo attenderci per i prossimi giorni?
"Sembra proprio che l'aria polare che si sta addossando alle Alpi riesca ad interessare anche la nostra regione nel corso della settimana. In questo modo, il prossimo sistema nuvoloso atteso per venerdì prossimo troverà le condizioni adatte affinché la neve possa cadere a quote davvero basse in Romagna e fino al piano in Emilia. Naturalmente tale previsione va aggiornata giorno per giorno per eliminare l'incertezza ancora presente".

Il primo dicembre inizia l'inverno meteorologico. Che bilancio di può fare di questo autunno?
"Si può dire che la stagione è stata molto piovosa in buona parte della regione e che in Appennino sono caduti quantità considerevoli di acqua. Davvero notevoli le piogge registrate tra il 31 ottobre ed il primo di novembre, quando sul crinale bolognese-modenese si sono superati i 300 mm. In alcune zone della pianura non è piovuto tantissimo in termini di quantità totali, ma la frequenza delle precipitazioni è stata elevata".

 

Dal punto di vista delle temperature?

"I mesi di settembre e ottobre sono stati piuttosto freddi e le prime gelate si sono avute sulla pianura emiliana. Novembre, invece, ha visto la prevalenza delle correnti umide oceaniche o mediterranee, con scarse nottate serene, che hanno favorito un clima più mite dell'usuale".

 

Ci sono stati altri eventi meteorologici di rilievo in questo autunno?

2C'è da ricordare la grandinata distruttiva sull'imolese del 5 settembre, le forti piogge sul forlivese (sui 100 mm) del 18 settembre; la neve caduta sull'alto Appennino a metà ottobre e le grandi piogge del 31, già menzionate in precedenza".

Lo scorso anno è stato un inverno particolarmente nevoso. Le previsioni Nasa stagionali indicano per l'Europa che ci attende un inverno rigido. Qual è la tua opinione?
"La mia opinione è che le previsioni stagionali sull'Europa sono poco attendibili e sono uno strumento che io non considero".

 

Guardando sul lungo termine, il periodo pre-natalizio potrà regalare qualche bianca sorpresa?
"Sarebbe bello, ma per saperlo avrei bisogno di una sfera di cristallo che ancora nessuno mi ha donato".

 

Giovanni Petrillo

Commenti (1)

  • Avatar anonimo di stefano vitali
    stefano vitali

    Bell'articolo. Bravo Pedro.

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -