Meteo: l'incubo per le prossime ore si chiama gelicidio

Meteo: l'incubo per le prossime ore si chiama gelicidio

Meteo: l'incubo per le prossime ore si chiama gelicidio

L'incubo per le prossime ore si chiama pioggia gelata o gelicidio. Si tratta di un fenomeno che accade quando a livello del suolo è presente uno strato di aria fredda, con temperatura inferiore a 0°C, mentre in quota c'è uno strato d'aria più calda che consente la fusione della neve che cade dalle nubi. Quando le gocce vengono a contatto con una superficie congelano all'istante, formano uno strato di ghiaccio trasparente, omogeneo, liscio e molto scivoloso.

 

Nelle prossime ore l'aria russo-siberiana sarà spodestata da un flusso mite ed umido che determinerà un peggioramento delle condizioni atmosferiche. La formazione di "un cuscinetto" di aria fredda sulla pianura emiliana potrà determinare nuove nevicate sulla parte occidentale, in particolare nel piacentino. Sul resto della regione sono previste deboli piogge che, complice le temperature negative, potrà congelare al suolo.

 

Martedì, mercoledì e giovedì il flusso sud-occidentale si estenderà ulteriormente, favorendo una graduale risalita delle temperature e fenomeni precipitativi più intensi sul settore occidentale a carattere piovoso. Si attende così una vigilia di Natale all'insegna delle nubi, con piogge che colpiranno prevalentemente l'Emilia. Le temperature subiranno un forte aumento, soprattutto sulla Romagna dove sarà investita da ventilazione anche sostenuta dai quadranti meridionali.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -