Meteo: Romagna alle prese con piogge, mareggiate e fiumi in piena

Meteo: Romagna alle prese con piogge, mareggiate e fiumi in piena

Meteo: Romagna alle prese con piogge, mareggiate e fiumi in piena

Ombrelli aperti in Romagna fino a metà settimana. Le previsioni meteo sono poco incoraggianti: una vasta depressione centrata sul Bacino del Mediterraneo manterrà sulla nostra regione condizioni di spiccata instabilità almeno fino a venerdì, quando è atteso un graduale miglioramento delle condizioni atmosferiche. Il maltempo di questi giorni ha favorito una nuova tracimazione della diga di Ridracoli, l'esondazione di alcuni fiumi, ma anche violente mareggiate.

 

MAREGGIATE - Una forte mareggiata ha colpito duramente la costa ravennate e cesenaticense, in alcuni tratti con pesanti conseguenze e danni all'arenile. Sono numerosi gli allagamenti registrati nel fine settimana, con l'acqua che è arrivata addirittura a lambire gli stabilimenti anche a Lido di Classe, Marina di Ravenna e Milano Marittima. Il mare ha ‘conquistato' un fronte di circa un chilometro di spiaggia, per una profondità di una decina di metri. Confesercenti ha segnalato immediatamente il problema all'Assessore Regionale alla Difesa della Costa Marioluigi Bruschini oltre che ai Comuni.

 

A Potente di Cesenatico il mare in burrasca ha raggiunto la duna innalzata davanti alle strutture balneari. Le onde hanno "mangiato" circa 30mila metri cubi di sabbia destinata per la posa degli ombrelloni. Un danno stimato in circa 600mila euro. La situazione più critica si è verificata laddove la duna era stata già spianata. Molti stabilimenti, in procinto di aprire per il fine settimana pasquale, sono rimasti danneggiati dall'invasione dell'acqua salata e dai detriti.

 

FIUMI IN PIENA - Le abbondanti precipitazioni delle ultime 72 ore hanno innalzato il livello dei fiumi. Non sono mancate situazioni critiche nelle aree attraversate dai fiumi Santerno e Senio. Il primo corso d'acqua è esondato domenica mattina a Imola in via Tiro a Segno e via Pirandello. Gli agenti della Polizia Municipale, insieme ai volontari della Protezione Civile, hanno verificato anche lo stato della diga di Codrignano. La piena del Santerno si è spostata nel Lughese, dove in 12 ore il livello dell'alta si è alzato di ben otto metri. Situazione critica anche nel faentino, dove è in piena il Senio. Il fiume ha invaso l'area verde, adibita a parco giochi, di Casola Valsenio depositando ai margini dell'alveo fluviale i detriti trasportati dalla fiume. L'esondazione ha toccato anche a Ponte della Chiusa, mentre a Riolo Terme il Senio ha oltrepassato il primo argine.

 

PIOGGE - E come se non bastasse la Romagna è interessata da un nuovo transito perturbato. Le previsioni parlano chiaro. Fino a venerdì, complice la presenza di un minimo depressionario centrato sul bacino del Mediterraneo, nubi e piogge, alternate a locali schiarite, la faranno da padrone. Le precipitazioni hanno colpito soprattutto nell'imolese e nel faentino. A Imola in 72 ore la stazioni meteorologica dell'Arpa-Sim dell'Emilia Romagna ha registrato 51,2 millimetri di pioggia. A Brisighella ne sono caduti 43,4 millimetri, mentre a Reda di Faenza 27,6. Meno interessate dalle precipitazioni Forlì (15,2), Ravenna (14,6), Cesena (11,2) e Rimini (6,4).

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Giovanni Petrillo

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -