Meteo, torna il gelo. L'esperto: ''Venerdì neve sulle coste''

Meteo, torna il gelo. L'esperto: ''Venerdì neve sulle coste''

Meteo, torna il gelo. L'esperto: ''Venerdì neve sulle coste''

BOLOGNA - La nebbia in Val Padana ha le ore contante. A migliaia di chilometri dall'Emilia Romagna si sta preparando un nuovo affondo del Generale Inverno. Lo conferma a RomagnaOggi.it Paolo Mezzasalma, meteorologo dell'Arpa. "Nella notte tra mercoledì e giovedì arriva una massa di aria polare, sospinta da intensi venti da nord che si attiveranno sui meridiani centrali dell'Europa". E tornerà anche la neve: "soprattutto la zona tra Forlì e Rimini", ha chiarito.

 

E' stato un inizio di gennaio caldo in montagna e grigio in pianura. Per quale motivo?

"La corrente a getto, il veloce flusso nell'alta troposfera che guida i sistemi nuvolosi, si è ritirato alle alte latitudini europee, lasciando il Mediterraneo sotto una campana di alta pressione, cioè di aria calda. In inverno, però, il raffreddamento del suolo per irraggiamento e il mare freddo creano uno strato stabile di aria fredda nei livelli più bassi dove si accumula l'umidità (e gli inquinanti). Ecco quindi che la pianura si ritrova sotto una cappa di nebbia o nubi basse, mentre sull'Appennino splende il sole"

Ma la situazione è destinata a finire?
"Sì, nella notte tra mercoledì e giovedì arriva una massa di aria polare, sospinta da intensi venti da nord che si attiveranno sui meridiani centrali dell'Europa".

 

Quindi l'inverno non si può di certo dire finito. Farà freddo e tornerà la neve?
"Perché, c'era qualcuno che aveva dato l'inverno per finito? Ogni anno una stagione è diversa da quella dell'anno precedente ed è difficile che una singola stagione abbia tre mesi di gelo perenne o di caldo senza fine (per l'estate), anche se la cosa è possibile. Quindì, sì, tornerà il gelo e, per qualcuno, anche la neve".

 

Bisogna attendersi precipitazioni significative?
Al momento l'area favorita dalla neve sarà la Romagna insieme all'Italia peninsulare. Giovedì nevicherà su tutto l'Appennino, in particolare quello romagnolo, ma la pianura dovrebbe essere risparmiata per effetto del vento marino che dovrebbe permettere l'accumulo solo sulle colline a ridosso della via Emilia. Venerdì la temperatura cala ulteriormente e in questo caso anche la pianura romagnola, soprattutto la zona tra Forlì e Rimini, è a forte rischio di nevicate. E' poiché sono probabili anche precipitazioni a carattere di rovescio, con un termine tecnico si definiscono "convettive", anche le spiagge dal ravennate e, soprattutto, il riminese potrebbero imbiancarsi".

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Giovanni Petrillo

Commenti (2)

  • Avatar anonimo di alessandrat
    alessandrat

    adeyaka... concordo pienamente, solo che c,è un problema!!! molti automobilisti si accorgono che è inverno quando nevica e sono bloccati senza termiche e catene causando disagio anche a chi è munito... il bello che c'è anche chi monta catene e le tiene con strada nettamente pulita..

  • Avatar anonimo di adeyaka
    adeyaka

    Mi permetto di consigliare a tutti gli utenti della strada il montaggio di pneumatici termici (non sono gommista, che da questo potrebbe trarre vantaggio), ma ho notato che è sufficiente un automobilista intraversato o impossibilitato nell'affrontare una salita, per bloccare una città!!! D'altra parte la spesa è ripagata in primo luogo dalla maggiore sicurezza e poi dal fatto di non consumare temporaneamente le gomme estive che si sono temporaneamente smontate. Personalmente le renderei obbligatorie, visto le ottime prestazioni rispetto alle gomme estive, anche su strada bagnata e fangosa dell'inverno.

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -