Migranti respinti, Ue chiede informazioni

Migranti respinti, Ue chiede informazioni

Migranti respinti, Ue chiede informazioni

MILANO - L'Unione Europea ha chiesto informazioni "ai paesi interessati Italia e Malta" sul respingimento del gommone con a bordo 75 persone. Il portavoce dell'Esecutivo comunitario, Dennis Abbott, ha confermato che è stata invita una richiesta ben precisa "per poter valutare la situazione". "La Commissione - ha affermato - evidenza che qualunque essere umano ha diritto di sottoporre una domanda che gli riconosca lo statuto di rifugiato o la protezione internazionale".

 

"Il principio di non respingimento, così come è interpretato dalla Corte europea dei diritti dell'uomo, significa essenzialmente che gli Stati devono astenersi dal respingere una persona (direttamente o indirettamente) laddove potrebbe correre un rischio reale di essere sottoposta a tortura o a pene o trattamenti inumani o degradanti", ha concluso.

 

Nel frattempo dal ministro dell'Interno, Roberto Maroni, nessuna marcia indietro. "Continueremo i respingimenti - ha detto il ministro della Lega Nord - in quanto fanno parte degli accordi presi tra il nostro paese e la Libia, firmati dal Governo precedente e che noi abbiamo messo in atto. Maroni ha poi citato alcuni dati per sottolineare e confermare l'efficacia di tali accordi. "L'accordo con la Libia - ha proseguito il ministro - funziona bene. Continueremo in questa direzione per garantire l'Italia e l'Unione Europea ma anche per la sicurezza degli immigrati stessi".

Commenti (1)

  • Avatar anonimo di innominato
    innominato

    la ue potrebbe anche chiedere che i cosi detti migranti a turno i barconi vengano dirottati uno in francia uno alla spagna e cosi via uno a ogni paese della comunita quando tutti hanno avuto il loro ricominciamo il giro

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -