Milano, egiziano ucciso in strada. Scoppia la guerriglia

Milano, egiziano ucciso in strada. Scoppia la guerriglia

Milano, egiziano ucciso in strada. Scoppia la guerriglia

MILANO - Rivolta a Milano, dove gruppi di nordafricani hanno preso di mira auto parcheggiate e negozi prevalentemente gestiti da sudamericani dopo l'omicidio di un giovane egiziano. Il sanguinoso fatto è avvenuto sabato pomeriggio poco prima delle 18 in via Padova al termine di una discussione nata per motivi banali fra tre africani e cinque latino-americani su un autobus. Quindi si sono affrontati in strada, dove il 19enne è stato colpito da una coltellata al torace.

 

Altri due sono stati feriti, ma non sono in pericolo di vita. Quando i sanitari del ‘118' e polizia, terminati i rilievi, stavano rimuovendo il corpo del giovane, sono iniziate le proteste che si sono fatte sempre più violente tanto da richiedere l'intervento delle forze dell'ordine. I gruppi di nordafricani hanno aggredito anche alcune persone, prevalentemente di etnia latino-americana. Fortunatamente non vi sarebbero feriti in modo serio.

 

Il gruppo di immigrati si è poi mosso in corteo verso il consolato egiziano al grido "italiani di merda, vi ammazziamo tutti". "Credo che il migliore termine per rappresentare la situazione che si e' determinata in via Padova e' quella di far west tra bande di nordafricani e sudamericani - ha commentato il vicesindaco di Milano, Riccardo De Corato -. Il conto pero' lo pagano i milanesi: auto distrutte, vetrine dei negozi distrutti, decine di uomini della polizia di stato impegnati da quasi due ore''.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -