Milano M.ma, street bar e feste in spiaggia: l'Ascom chiede orari più lunghi

Milano M.ma, street bar e feste in spiaggia: l'Ascom chiede orari più lunghi

Milano M.ma, street bar e feste in spiaggia: l'Ascom chiede orari più lunghi

CERVIA - Il Consiglio Direttivo di Ascom Confcommercio composto da tutte le categorie dei settori commercio, turismo e servizi, ha deliberato la propria posizione sulle due ordinanze del Comune relative all'attività di somministrazione alimenti e bevande e alla disciplina degli intrattenimenti negli stabilimenti balneari. Sull'ordinanza sugli street bar, si propongono alcune modifiche sull'allungamento dell'orario invernale e sull'azzeramento dei contenziosi in corso con l'Amministrazione Comunale.

 

Sulla seconda ordinanza relativa agli intrattenimenti in spiaggia, il Consiglio Direttivo ha approvato a larga maggioranza l'ordinanza comunale proponendo alcune modifiche riguardanti l'orario degli happy hours (ampliamento di mezz'ora con inizio alle 17,30 e conclusione alle 20,00) e sulle unità microfoniche amplificate (pieno accordo sul divieto dei vocalist ma possibilità di utilizzo di speaker e cantanti per la conduzione dei momenti di animazione).

 

In particolare i due Sindacati FIVA e FEDERALBERGHI hanno contribuito al dibattito in modo positivo producendo propri documenti di sintesi delle riflessioni interne ai rispettivi consigli Direttivi. FIVA, in particolare ha sottolineato l'esigenza di rendere più flessibili le ordinanze intervenendo con correttivi ad hoc su alcuni punti di entrambe. FEDERALBERGHI, mentre ha condiviso i contenuti dell'ordinanza sugli street bar, ha espresso forti perplessità sull'ordinanza degli stabilimenti balneari, partendo dalla convinzione che gli stabilimenti non devono svolgere eventi rivolti a grandi numeri di pubblico, in coerenza con l'attività turistica della maggioranza delle imprese e con il modello prevalente di turismo familiare.

 

Il Presidente Terenzio Medri esprime la propria soddisfazione per la deliberazione finale del Consiglio che ha assunto una posizione chiara e definitiva, e si dice convinto che si sta aprendo una nuova fase di confronto fra pubblico e privato con presupposti positivi di lavoro comune. Ora, Ascom Confcommercio avvierà immediatamente il confronto con le altre associazioni di categoria con l'obiettivo di produrre un documento comune sulle ordinanze da presentare all'Amministrazione Comunale.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -