Milano Marittima il prof. Poletti spiega i rischi del fumo negli street bar alla moda

Milano Marittima il prof. Poletti spiega i rischi del fumo negli street bar alla moda

FORLI' - Mercoledì 11 agosto, alle ore 20.30, Hype, Casablanca e Vanquish con la collaborazione di Estados Cafè, ospiteranno nei locali dell'Hype Cafè di via Gramsci, a Milano Marittima, il prof.Venerino Poletti, direttore di Pneumologia di Forlì e presidente dell'AMMP di Forlì (Associazione Morgagni Malattie Polmonari) per l'iniziativa "Lascia respirare la tua mente".

 

Gli street bar più glam di Milano Marittima insieme all'Associazione Morgagni Malattie Polmonari di Forlì per una "riflessione" sugli effetti del fumo, di ogni fumo. Non solo "proibizione", non solo "prevenzione"... ma riflessione.

 

Ha ancora senso comunicare l'uso di sostanze (nicotina o droghe) come ad un qualcosa di molto vicino ai problemi di noia e disagio? Tutti i giovani ammettono di far uso di sostanze per divertirsi di più, per piacere di più e che non le hanno vissute come un problema, le hanno vissute molto di più come una soluzione ad un problema. Questo vuol dire che è necessario attivare dei canali di comunicazione diversi ... vuol dire dover ragionare sia sui piaceri che sui dispiaceri che possono comparire in seguito all'uso di sostanze . Le sostanze hanno effetti piacevoli e agiscono sui centri del piacere. La comunicazione che criminalizza non allontana da una cosa "apparentemente piacevole". Questo, per quanto banale possa sembrare è in realtà il vero ostacolo al promuovere efficaci strategie di prevenzione e di riduzione del danno.

 

Dall'incontro di un imprenditore, Daniele Versari di Estados Cafè con il prof.Venerino Poletti, direttore di Pneumologia di Forlì, è nata l'idea, sostenuta dai più noti street bar di Milano Marittima, di partire con una comunicazione diversa sui danni che provocano il fumo e le sostanze. Riflettere su questo, dare spazio non solo alle "cognizioni scientifiche" ma anche alle emozioni, alle paure, ai vissuti, alle credenze culturali è uno dei modi possibili per iniziare a costruire percorsi di prevenzione condivisa tra operatori medici e proprietari di esercizi commerciali frequentati dai giovani.

Commenti (1)

  • Avatar anonimo di manila
    manila

    qualcuno può spiegare a me, invece, come mai proprio in questi locali spesso ci siano promotrici di multinazionali del tabacco? Contraddittorio non vi pare? Anche se dubito che farlo notare ai gestori servirebbe a qualcosa. Grazie.

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -