Milano Marittima, incidente nel canale: il pm chiede il rinvio a giudizio per il fidanzato di Elisa

Milano Marittima, incidente nel canale: il pm chiede il rinvio a giudizio per il fidanzato di Elisa

Milano Marittima, incidente nel canale: il pm chiede il rinvio a giudizio per il fidanzato di Elisa

RAVENNA - Nuovi sviluppi nell'ambito del processo per la morte di Elisa Sartini, la giovane 24enne annegata la notte del 4 novembre scorso nelle acque del canale di Milano Marittima mentre si trovava a bordo del fuoristrada del compagno, il 29enne D.M. (le sue iniziali). Il pm di Ravenna, Cristina D'Aniello, ha chiesto il rinvio a giudizio per omicidio colposo e guida in stato d'ebbrezza per il giovane: secondo l'accusa era lui a trovarsi al volante del fuoristrada.

 

Il 29enne affermò venti giorni dopo il tragico incidente al personale della polizia giudiziaria della Procura di Ravenna di non ricordarsi molto di quella nottata e quindi chi si trovasse alla guida del pick up. L'autopsia accertò che la ragazza non morì subito, ma poco dopo a causa di un'asfissia attribuita dal rigurgito di un cibo consumato prima della disgrazia.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -