Milano Marittima, un mese artistico con le "onde d'arte"

Milano Marittima, un mese artistico con le "onde d'arte"

MILANO MARITTIMA - Dal 15 aprile al 15 maggio torna a Milano Marittima,  come ogni primavera, l'evento artistico "ONDE D'ARTE" nella sua terza edizione, organizzato dall'associazione Project Pro loco e patrocinato dal  Comune di Cervia e dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Ravenna.

 

L'iniziativa, molto apprezzata nelle  precedenti edizioni, mantiene come base della manifestazione l'esposizione di circa 200 opere pittoriche di artisti  professionisti nelle vetrine dei negozi, all'interno di bar, ristoranti e locali dislocati nella zona più  "privilegiata" di Milano Marittima che, per l'occasione, si trasformerà in una galleria d'arte contemporanea en plein air.


Tra gli artisti di questa terza edizione, vi presentiamo il suggestivo mondo di incanti di Massimo Sansavini e l'elegante semplicità di Raffaella Zavalloni. Massimo Sansavini: artista forlivese, conosciuto anche all'estero per le numerose esposizioni che lo hanno portato in vari musei di Europa e Sud America. In  Italia è stato inserito nella mostra "Da Picasso a Botero", esposta nel 2004 al Museo civico di Arezzo e curata da Vittorio Sgarbi. Inoltre Sansavini collabora con i programmi In Famiglia e Piazza Grande diretti per Raidue dal regista Michele Guardì. Si occupa anche di moda e design, fornendo i propri disegni per le collezioni di moda per la Maison Enrico Coveri.        

 

Tra le sue ultime esposizioni, Sansavini ha inaugurato il 25 marzo alla Galleria Modenarte una personale dedicata al famoso burattino di Collodi. Una serie di tavole grafiche, che reinterpretano questo ometto intrappolato in un'anima di legno, corredano le pagine dell'edizione collodiana originale.

 

Dal 14 aprile le opere di Sansavini sono ospitate anche presso la Galleria del Palazzo Enrico Coveri con il Patrocinio del Comune di Firenze. La collezione presentata è Softheart, proposta in cui l'artista si confronta con il tema dell'amore, con le infinite strade del cuore e le molteplici forme della passione: gioco, motore cosmico, bene assoluto.

Massimo Sansavini - www.sansavini.it     

 

            Raffaella Zavalloni è nata a Savignano sul Rubicone nel 1956. Vive e lavora a Cesena. Autodidatta, disegna e dipinge fin dall'infanzia. Dopo gli studi di Filosofia all'Università di Bologna, indirizzo estetico, ha disegnato e realizzato costumi teatrali, pubblicato atlanti naturalistici di animali e piante, dipinto arazzi. Da una decina d'anni il cartone ondulato è al centro della sua ricerca artistica: «il cartone ondulato è al centro della mia ricerca per la sua bellezza nascosta. E' un materiale semplice, mutevole: ha due facce lisce e in mezzo un'anima segreta, ondulata. La luce gioca con la sua trama, crea ombre e le muove. Si lascia dipingere, sbucciare, modellare, creando forme e volumi: è onda scolpita, treccia, ventaglio, e cambia al movimento dello sguardo».

         Raffaella costruisce anche vere e propri abiti in cartone «i miei abiti sono pensati come sculture da indossare, leggeri come sogni, che sorprendono per la ricchezza e la preziosità che un semplice foglio di carta può creare. Sono alla continua ricerca di meravigliose forme fruscianti. Mi piace particolarmente lavorare la carta: è leggera, suggestiva al tatto, scrocchia e fruscia se toccata dalle dita o mossa dall'aria. Ho sperimentato le carte più diverse, ognuna con una propria personalità e suggestione: ci sono carte severe, che costruiscono volumi puri che si allargano nello spazio in forme scultoree. E ci sono carte delicate, fragili, da pieghettare, arricciare, annodare in cascate morbide e preziosi ricami».

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

         Gli abiti di Raffaella sono stati presentati in una performance, in cui "crescevano" sulla persona della modella Anna Ragazzo allo stand Bestack, in occasione di Macfut 2009, e richiesti da Licia Colò per una sfilata nella sua trasmissione 'Alle falde del Kilimangiaro'. 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -