Milano, tassista massacrato. Presi due complici dell'aggressore

Milano, tassista massacrato. Presi due complici dell'aggressore

Milano, tassista massacrato. Presi due complici dell'aggressore

MILANO - Svolta nelle indagini relative al pestaggio subito domenica scorsa dal tassista Luca Massari a Milano, attualmente ricoverato in gravissime condizioni all'ospedale Fatebenefratelli. La Polizia ha arrestato due giovani, Piero C. di 26 anni e Stefania C. di 28 anni, con le accuse di concorso morale e materiale in tentato omicidio, insieme a Morris Ciavarella, il giovane finito in manette subito dopo il pestaggio. Ad inchiodare i due sono stati alcuni testimoni.

 

Il tassista era stato ‘punito' per aver travolto ed ucciso un cane senza guinzaglio. Uno dei due, Piero C., è anche autore dell'aggressione ad un fotografo, picchiato con un manico di scopa. La donna è la proprietaria del cane nonché fidanzata di Ciavarella. Nel tentativo di non farsi rintracciare, i due non hanno dormito nelle loro abitazioni, ma nel pomeriggio sono stati presi dagli uomini della Squadra Mobile.

 

Le condizioni di Massari rimangono stabili, senza alcun particolare miglioramento. Ciavarella sarà interrogato mercoledì mattina nel carcere milanese di San Vittore dal gip Maria Grazia Domanico. Sul tavolo del giudice è arrivata la richiesta di convalida dell'arresto per tentato omicidio aggravato dai futili motivi e dalla crudeltà, firmata dal pm Tiziana Siciliano. Il gip dovrà decidere sulla convalida e sulla misura cautelare. Nel processo contro gli aggressori del tassista il Comune si costituirà parte civile.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -