Milano, uccide figlio a coltellate e poi si toglie la vita

Milano, uccide figlio a coltellate e poi si toglie la vita

Milano, uccide figlio a coltellate e poi si toglie la vita

MILANO - Ha ucciso a coltellate il figlioletto di nove anni e poi si è tolto la vita. L'autore dell'omicidio-suicidio è un egiziano di 52 anni. Il dramma della follia si è consumato mercoledì pomeriggio a San Donato Milanese. Tra le ipotesi al vaglio degli inquirenti una serie di discussioni familiari per l'affidamento del bambino. Sembra che il 52enne sia stato colto da un raptus in quanto poteva incontrare il figlio solo alla presenza degli assistenti sociali.

 

Il tragedia si è consumata al primo piano di un ufficio dell'Ausl di via Sergnano. Secondo quanto l'uomo, un operatore turistico in Italia con regolare permesso di soggiorno, vedeva ogni settimana il figlio, affidato da quattro anni alla madre, una quarantenne italiana che vive a San Donato. La donna, che è stata rintracciata dai carabinieri, è attualmente assistita da una psicologa.

 

L'egiziano si è presentato all'appuntamento con un coltello da cucina e di pistola. Secondo quanto ricostruito, il 52enne insieme al figlioletto e all'educatore si sono recati al primo piano dell'edificio dell'Ausl con l'ascensore. Nel corridoio il padre, totalmente fuori di sé, si è avventato contro il figlio. Prima l'avrebbe ferito alla gola, poi l'avrebbe colpito al petto.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'educatore ha cercato di separare l'egiziano dal figlio ed un medico ha persino usato un estintore contro di lui. Ma l'extracomunitario si è colpito per diverse volte alle vene e all'addome. Subito sono stati chiamati i carabinieri ed i sanitari del 118. Quando sono giunti sul posto, padre e figlio erano ancora vivi, ma circa un'ora dopo sono morti dissanguati. Sul caso indaga il pm Gianluca Prisco che ha disposto l'autopsia sui due cadaveri che verrà eseguita a Milano all'obitorio di piazzale Gorini.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -