"Mille alloggi per mille coppie": prima casa, la Regione a sostegno dei giovani

"Mille alloggi per mille coppie": prima casa, la Regione a sostegno dei giovani

"Mille alloggi per mille coppie": prima casa, la Regione a sostegno dei giovani

Prima casa, per le giovani coppie arriva il sostegno da parte della Regione Emilia-Romagna. Un contributo che arriverà fino a 13mila euro a fondo perduto, soldi che andranno alle giovani coppie intenzionate a comprare una prima casa. Una cifra che consentirà ai ragazzi di alleviare il peso del mutuo, per un totale di mille alloggi a favore di mille coppie. La cifra totale stanziata dalla Regione si aggira infatti intorno ai 13,3 milioni di euro.

 

Prima di acquistare l'appartamento le coppie potranno trascorrere, nel medesimo, un periodo di locazione non superiore a quattro anni, pagando un canone concordato per l'affitto di non più di 400 euro al mese.

 

"Si tratta di un ulteriore tassello per fornire risposte sempre più adeguate alle esigenze abitative. La nostra Regione intensifica, così, il proprio impegno nel campo dell'edilizia residenziale. Purtroppo - sottolinea il Presidente della Commissione assembleare Politiche Economiche, Damiano Zoffoli - a causa della particolare congiuntura economica negativa, il soddisfacimento della domanda di abitazioni a prezzi accessibili è particolarmente problematico per i giovani che vogliono costruire una prospettiva futura. Per questo abbiamo promosso un programma di politica abitativa che possa fornire un aiuto concreto alle giovani coppie che non riescono ad acquistare casa alle condizioni di mercato».

 

Per accedere al sostegno le giovani coppie dovranno, tra l'altro, possedere i seguenti requisiti: avere non più di 35 anni, un valore Isee non superiore a 40mila euro, residenza di almeno uno dei componenti nel Comune dove si prende possesso della casa.

 

Il progetto prevede che, entro novembre, attraverso Intercent (la piattaforma telematica regionale di beni e servizi), vengano individuate imprese e cooperative edilizie che hanno a disposizione gli alloggi, con determinate caratteristiche (la superficie massima non potrà superare i 95 metri quadrati). Tra l'altro quelli con certificazione di risparmio energetico faranno scattare il massimo del contributo (da 10.000 a 13.00 euro). Una volta disponibile l'elenco delle aziende che offrono le abitazioni, le coppie interessate avranno due mesi di tempo per scegliere l'alloggio e sottoscrivere un pre contratto con il proprietario dell'immobile.

 

Il prezzo di vendita, a metro quadro, dell'alloggio, che deve essere oggetto di una convenzione tra il Comune e l'operatore economico, non potrà superare, nei Comuni con più di 15.000 abitanti, i 1.900 euro (che diventano 1.800 euro nei Comuni sotto i 15.000 abitanti).

 

"Sono certo che, anche nel territorio della nostra provincia, non mancheranno imprese e cooperative edilizie che hanno a disposizione alloggi con queste caratteristiche, da mettere a disposizione dei nostri giovani che vogliono costruirsi una famiglia" conclude Zoffoli.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -