Misano Adriatico, il Comune pronto a investire 19milioni di euro in tre anni

Misano Adriatico, il Comune pronto a investire 19milioni di euro in tre anni

MISANO ADRIATICO - Il Comune di Misano Adriatico per il prossimo triennio investirà circa 19.000.000 di euro, lo ha deciso la Giunta comunale durante l'incontro di giovedì 29 ottobre e resa noto l'impegno assunto pubblicando il programma annuale e triennale di investimenti sull'albo pretorio il giorno seguente. Si tratta del documento di base che, entro 60 giorni dalla sua pubblicazione, consentirà di aprire un dibattito con interlocutori politici di maggioranza e minoranza all'interno del Consiglio comunale e con i cittadini attraverso incontri pubblici sul territorio, al fine di raccogliere indicazioni, suggerimenti ed ulteriori proposte. Una volta trascorsi i 60 giorni previsti da legge sarà possibile adottare il bilancio definitivo degli investimenti.

 

Il piano di interventi triennale si ripartisce rispettivamente in 7.500.000 euro durante il 2010; 4.700.000 euro durante il 2011; 6.600.000 euro durante il 2012. Per sostenere tali spese l'Amministrazione ha deciso di reperire i capitali necessari attraverso l'alienazione di parti del patrimonio comunale e attingendo a contributi provenienti da soggetti privati ed enti sovraordinati, cercando di ridurre gli impegni con oneri di urbanizzazione ed il ricorso all'indebitamento.

 

Il programma di investimenti triennale fa riferimento alle proposte presentate durante la

campagna elettorale e alle richieste e proposte avanzate dalla cittadinanza e associazioni del territorio durante i numerosi incontri pubblici effettuati sin ora.

 

Particolare attenzione è stata rivolta alla messa in sicurezza delle strade di attraversamento dei centri urbani, prevedendo la realizzazione di due nuove piste ciclopedonabili: una compresa tra via Del Carro e via Ponte Conca, l'altra insistente sulla Strada Provinciale 35 Riccione-Tavoleto che mette in comunicazione le frazioni di Villaggio Argentina con Misano Cella.

 

Oltre alle ciclabili saranno realizzate anche due rotatorie: una a Misano Cella tra la Sp.35 e via San Giovanni e l'altra, che si sostituirà all'attuale incrocio semaforico, tra via Grotta e la Sp. 35.

 

L'entroterra comunale verrà tutelato mediante i lavori di riqualifica delle strutture pubbliche presenti, che diverranno veri e propri centri di quartiere per le frazioni di Misano Monte, Scacciano e Santa Monica. Il potenziamento di sotto servizi, il miglioramento di strade, la manutenzione di marciapiedi e l'installazione di nuovo arredo urbano riguarderà prevalentemente i quartieri di Santa Monica e Belvedere.

 

Di notevole importanza sia dal punto di vista paesaggistico che turistico è l'intervento che vedrà protagonista la Zona Mare di Misano dove si interverrà per realizzare il completamento del nuovo lungomare. I tratti interessati dai lavori sono quelli che vanno da via Cavalcanti a via D'Azeglio e dal Parco mare Nord a Misano Brasile. Il progetto mira a valorizzare l'intera fascia litoranea attraverso il proseguimento tematico di quanto già realizzato negli anni scorsi nel tratto compreso tra Misano Mare e il Parco mare Nord; per questo motivo ingegneri e geometri comunali si occuperanno della progettazione garantendo l'utilizzo dei medesimi materiali ed installazioni tecnologiche effettuate in precedenza.

 

Per quanto attiene all'edilizia scolastica, prosegue l'impegno dell'Amministrazione per il miglioramento e l'adeguamento delle strutture presenti, con la previsione ell'ampliamento dell'attuale scuola media con annessa palestra ad uso scolastico e sportivo. Sempre in campo sportivo, inoltre, vi è l'intenzione di sistemare la tensostruttura dicopertura del campo da calcio di Santa Monica.

 

In campo sociale si è deciso di utilizzare una formula che esula dal piano di investimenti triennali utilizzando un bando pubblico per la realizzazione di appartamenti per edilizia convenzionata nell'area attualmente individuata a Misano Cella.

 

"E' un piano di interventi sostenibile - ha commentato il vicesindaco, Fabrizio Piccioni -realizzabile nella condizione in cui l'Amministrazione sia in grado di mettere in campo un piano di alienazione dei beni pubblici concreto. Ritengo che attraverso le opere pubbliche individuate si possa tradurre concretamente quanto proposto nel programma di legislatura e quanto indicato dai cittadini durante gli incontri sul territorio, rimanendo aperti al confronto in merito a proposte di miglioramento che siano rispondenti alle effettive esigenze dei misanesi".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -