Misano: si dà alla fuga dopo l'incidente, arrestato: era ubriaco

Misano: si dà alla fuga dopo l'incidente, arrestato: era ubriaco

Misano: si dà alla fuga dopo l'incidente, arrestato: era ubriaco

RIMINI - Si è dato alla fuga dopo aver tamponato l'auto di un maresciallo dei carabinieri che si stava recando in caserma a Cattolica per prendere servizio. Protagonista in negativo dell'episodio, verificatosi domenica mattina intorno alle 7.30 sulla Statale 16 Adriatica al confine tra Misano e Riccione, è stato un cameriere brasiliano di 34 anni. Quest'ultimo è stato rintracciato poco dopo da una pattuglia dei Carabinieri: era ubriaco con un tasso di 2,06 grammi per litro.

 

Secondo il racconto di alcuni testimoni, il militare si stava recando al volante della sua ‘Peugeot 106' a Cattolica per prender servizio quando è stato tamponato da una "Ford" station wagon. Nell'impatto la ‘106' è andata in testacoda, andando a sbattere contro un palo della luce. Il responsabile, anziché fermarsi per constatare le condizioni del ferito, ha ingranato la marcia, dandosi alla fuga. Qualcuno ha preso il numero di targa consentendo alle forze dell'ordine di individuare il pirata.

 

L'automobilista è stato rintracciato poco dopo sul colle delle Siligate. Sottoposto al test dell'etilometro aveva un tasso di alcol nel sangue pari a 2,06 grammi per litro, quattro volte il limite stabilito dalla legge. Il brasiliano è stato arrestato con l'accusa di omissione di soccorso, aggravato dallo stato d'ebbrezza. Ora si trova nel carcere di Villa Fastiggi.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -