Misano, una famiglia riceve un appartamento popolare

Misano, una famiglia riceve un appartamento popolare

MISANO - L'assessore alle Politiche sociali, Valerio Bertuccioli e il presidente di A.C.E.R, Cesare Mangianti hanno consegnato personalmente le chiavi di un appartamento popolare ad una nuova famiglia misanese. L'appartamento di 46 metri, perfettamente ristrutturato e messo a norma, rientra nel complesso di 17 appartamenti di via Verdi. Nei mesi scorsi l'Amministrazione ha investito 20.000 euro per il ripristino di 5 alloggi e dal 2009 ad oggi, grazie l'attento lavoro dell'Ufficio alle politiche sociali, ha chiuso 2 provvedimenti di decadenza e attivato 2 mobilità per sottoutilizzo; in tal modo è stato possibile liberare 5 appartamenti, 2 dei quali verranno assegnati nei prossimi mesi.

 

In seguito alla riorganizzazione sono ora disponibili 11 appartamenti da 46 metri quadri per 1 o due persone, 3 da 78 metri quadri con 3 camere per 3 o 4 persone e 2 da 98 metri quadri per famiglie numerose.

 

Attualmente il 90% degli assegnatari sono nuclei famigliari misanesi, l'assegnazione fa capo alla graduatoria che raccoglie 87 domande.

 

In territorio misanese oltre ai 17 appartamenti di edilizia popolare di Via Verdi, esistono altri appartamenti di proprietà A.C.E.R. i cui assegnatari sono individuati attraverso la graduatoria comunale.

 

Dopo molti anni, l'Amministrazione ha provveduto ad aggiornare i canoni di locazione degli appartamenti che, restano comunque i più bassi della provincia. I canoni vanno da un minimo di 100 euro al mese ad un massimo di 200 euro, le spese vengono indicate in funzione delle tre Fasce ISEE.

 

"A Misano Adriatico è cresciuta sensibilmente l'attenzione al problema casa e la collaborazione con A.C.E.R. - ha dichiarato il presidente A.C.E.R., Cesare Mangianti - Pur con esigue risorse il Comune di Misano attraverso il suo assessore alle Politiche Sciali si è dimostrato uno degli enti più attivo, per questo puntiamo a proseguire la nostra partnership per la realizzazione dei nuovi progetti promossi da questa Amministrazione".

 

"In un anno e mezzo gli Uffici impegnati nel sociale hanno svolto un importante lavoro di controllo e riorganizzazione sulle assegnazioni degli alloggi popolari; inoltre l'aumento dei canoni si è reso necessario per coprire le spese di ripristino degli alloggi, così da poterli riassegnare nel più breve tempo possibile - ha affermato l'assessore alle Politiche Sociali, Valerio Bertuccioli -. Siamo consapevoli del numero esiguo degli appartamenti assegnabili, per questo è necessario gestirli nel modo più attento e giusto".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -