Modena, a 'Skipass' la neve dalla A alla Z

Modena, a 'Skipass' la neve dalla A alla Z

A Skipass a Modena presentate in anteprima le novità neve 2008-2009 dell'Emilia Romagna: 16 stazioni da Piacenza a Forlì Cesena per un totale di 300 km di discese - Si va dal nuovo Stadio dello slalom al Cimone, al week end da 99 euro tutto incluso al Corno alle Scale - Mai come quest'anno chi non scia troverà tante alternative allo sci: trekking ai laghi glaciali, ciaspolate sotto le stelle con grigliate finali, gare in motoslitta, discese con i gommoni - Tanta attenzione ai bambini e prezzi anti-crisi - Abbonamenti scontati e promozioni per chi visita il grande stand dell'Emilia Romagna con un parco avventura per una passeggiata fra gli alberi

 

A COME ALBERTO TOMBA Al Corno alle Scale è arrivato un nuovo testimonial e si chiama Alberto Tomba. Ancora popolarissimo in Giappone come negli Stati Uniti, il campione bolognese conosce perfettamente le discese dell'Emilia Romagna dal Corno alle Scale al Cimone, luoghi dove ha mosso i primi passi sugli sci. Adesso ha accettato di tornare sulle piste di casa: è il protagonista della nuova campagna Montagna Bolognese e contribuirà alla nuova immagine del Corno alle Scale, 40 km di piste, una decina di impianti. Fra l'altro qui al Corno ci sono due piste intitolate al campione e sono le più lunghe di tutto l'Appennino: regalano oltre tre chilometri sugli sci. Morale: al Corno si respira grande entusiasmo. Piste e impianti sono tirati a lucido. Lo skipass è rimasto invariato (25 euro il festivo, 20 il feriale, 395 lo stagionale acquistato entro il 30 novembre). Parcheggi gratuiti.

 

B COME BAMBINI I baby park più belli d'Italia? Sono in Emilia Romagna. Fare felici i bambini è la parola d'ordine. Al Cimone al Lago della Ninfa c'è uno dei baby park più grandi a livello nazionale: Cimonlandia (tel. 0536/61133) e nello stesso comprensorio se ne contano altri due. Al Corno alle Scale il baby park è gratuito così come in molte altre località: da Ventasso Laghi a Lama Mocogno. Molte strutture offrono (a pagamento) un baby menù.

 

C COME CAROSELLO. Ovvero gli oltre 50 km - sciabili con un unico skipass elettronico - del Cimone (Mo). Il comprensorio sciistico è formato da quattro comuni: di Fanano, Montecreto, Riolunato e Sestola. Adesso occhi puntati sul nuovo Stadio dello Slalom che sarà inaugurato a dicembre al Passo del Lupo. E' un tracciato ricavato in una conca naturale classificato come pista nera, lungo 600 metri e con una pendenza che sfiora il 60%. Il parterre può ospitare un migliaio di persone. Costo: 150.000 euro. Omologato anche per gare di Coppa del Mondo di slalom.

 

D COME DG SCOOPING Sarà una delle novità della prossima stagione. Si potrebbe tradurre: come trasformarsi in fotografi e documentaristi della natura nel giro di un week end. Ai partecipanti viene consegnata una sofisticata attrezzatura fotografica degna del National Geographic (a noleggio). Si parte per il bosco dove sono state collocate delle altane (piattaforme) in punti strategici. Da qui non resta che attendere il passaggio degli animali, cinghiali, cervi, volpi, fagiani, rapaci, daini. Grazie ai teleobiettivi si possono fotografare particolari minimi (una fioritura d'alta montagna, due insetti che giocano, un fagiano in lontananza) che a occhio nudo non si riuscirebbero a vedere. Alla sera cena di gruppo e commento delle foto scattate. Info Checchi Andrea 3488128572 - info@cimone-fotonatura.it

 

E COME EMOZIONI Sono quelle che sprigionano le piccole, spesso piccolissime, stazioni sciistiche dell'Emilia Romagna. Come Fiumalbo (Mo) per esempio. Un borgo di charme a 1400 metri, premiato dal Touring con la "Bandiera Arancione". E' un paesino con antiche case di pietra, viuzze ad arco, il fiume che attraversa il centro. Altri piccoli centri invernali, perfetti per le famiglie con bambini, sono: Passo Penice (Pc), Schia e Pratospilla nel parmense. Nel Reggiano, oltre alla "regina" Cerreto Laghi, ci sono Ventasso Laghi, Ospitaletto, Pratizzano e Febbio. Nel Modenese ecco Piandelagotti, Sant'Anna Pelago, Lama Mocogno. Ma si scia anche sull'Appennino romagnolo a Campigna e Le Balze nel Parco delle Foreste Casentinesi.

 

F COME FONDO. Sono sempre di più gli sciatori che passano dallo sci alpino alla calma e alla meditazione che regala lo sci di fondo. La capitale degli sci stretti è Piandelagotti, frazione di Frassinoro nel modenese. Un altro dei luoghi più belli per rilassarsi con il fondo è Cerreto Laghi (RE). L'ambiente naturale è splendido. Gli sportivi sciano sui 28 km di piste che si dipanano intorno ad uno spettacolare lago di origine glaciale ai piedi del Monte Nuda. Una curiosità: a Cerreto c'è l'unica discoteca sul ghiaccio in Italia con annessa sauna bollente

 

G COME GUSTO Il paesaggio sarà anche invernale, tutta neve e abeti. Ma siamo in Emilia Romagna con un'enogastronomia curatissima. Dalle tigelle montanare al salmerino di Corno alle Scale (una piccola trota, presidio Slow Food). L'ultimo arrivo è la Strada dell'Appennino Bolognese dove si può percorrere la Via del pane montanaro fatto con grano e farine biologiche e acqua di sorgente.

 

H COME HOTEL Per tutti i gusti e tutte le tasche. Si va dall'albergo con piscina al campeggio con i bungalow praticamente sulle piste (a Ventasso Laghi) fino ai bike hotel o gli agriturismi dove si può vivere una giornata da contadini, filare la lana o imparare a fare il formaggio.

 

I COME IMPIANTI Sempre più moderni e tecnologici. Ormai tutte le stazioni sono dotate di impianti veloci e salva-tempo nel senso che i tempi di attesa si riducono. Un dato: nell'impiantistica la stazione modenese del Cimone ha investito negli ultimi dieci anni circa 30 milioni. Anche il Corno si presenta con gli impianti tirati a nuovo, mentre il Cerreto aveva inaugurato pochi mesi fa una seggiovia di ultima generazione. L'altro investimento forte sulla sicurezza: bordi pista protetti con imbottiture, reti nei punti più delicati.

 

J COME JUMP Sotto i 20 anni non si scia: si salta. Con la tavola da sci o snow board che dir si voglia. Quelli della tavola sono una tribù a parte: hanno un loro modo di vestirsi (pantaloni larghi, felpone modaiole), uno slang, le loro happy hour con musica e deejay sulla neve. L'Emilia Romagna ha intercettato da tempo queste tribù: ci sono snow park dappertutto con salti, ostacoli e half pipe. Quello di Piancavallaro nel modenese ospita gare nazionali.


K COME KITE SURF Sono quelle corse a 70 km all'ora trascinati (spesso sospesi per aria) da un aquilone spinto dal vento. Se non sapete come si comincia e dove si va, un indirizzo è Piacavallaro dove c'è una scuola con noleggio attrezzatura: tel. 348/60.56.917) www.atraction.it

 

L COME LENTEZZA Sarà una delle nuove tendenze della prossima stagione: vivere la neve a ritmo lento. Non solo sci, ma anche ciaspole, slittini, sleddog (slitte trainate dai cani), arrampicate sul ghiaccio. In Emilia Romagna il movimento è promosso dai due Parchi nazionali,il Tosco Emiliano e quello delle Foreste Casentinesi, e dal Parco dei Cento Laghi e quello del Frignano. In arrivo pacchetti commerciali per questo tipo di vacanza.

 

M COME MOTOSLITTE Le corse in motoslitte hanno sempre più successo. Si possono noleggiare un po' dappertutto. Al Cimone si può guidare da soli una piccola motoslitta a due posti per percorsi all'interno del bosco (15 euro a coppia). Altrimenti si può correre nel silenzio di notte lungo un percorso suggestivo di due ore. Dopo 40 km ci si ferma per una cena in baita (60 euro tutto compreso). Info www.cabasracing.it.

 

N COME NATURA Una vacanza sulla neve dell'Emilia Romagna ha valore perché i luoghi sono davvero bellissimi. Da non perdere i tanti laghi che occhieggiano fra i boschi: il lago Calamone nel Parmense, tutta la zona del parco dei Cento Laghi fra Parma la Liguria, il lago sotto il Monte Nuda a Cerreto, le Cascate del Dardagna al Corno alle Scale.

 

O COME ONLINE Da quest'anno tutte le vacanze sulla neve si possono prenotare sul nuovo portale www.visitemiliaromagna.com. Un altro sito dove gironzolare è www.appenninoeverde.org. Una sciata virtuale si può fare poi sul sito www.cimonesci.it. Si entra nelle varie piste e le si percorre come se si avesse gli sci ai piedi. Meglio di un videogioco: questa è realtà.

 

P COME PROMOZIONI Tante promozioni anti crisi. Al Corno alle Scale bastano 99 euro per passare due notti in un albergo a tre stelle, consumare due cene e due prime colazioni e mettere in tasca lo skipass per due giorni (festivi) di sci. Se si sceglie la formula bed and breakfast il prezzo scende a 79 euro. www.montagnabolognese.it .

 

Q COME QUARANTA Sono i km di piste battute e tutte dedicate al fondo che offre Piandelagotti, frazione di Frassinoro (MO). Il punto di riferimento è la scuola di sci di Boscoreale dove si organizzano molte attività: noleggio attrezzatura, corsi, escursioni in notturna, riprese video, rifugio con servizio bar e ristorante. Fra le proposte dell'inverno 2008-2009 ecco anche le animazioni storiche: i partecipanti si sfidano di notte con delle spade dopo aver raggiunto il luogo con gli sci ai piedi. Altrimenti si può sempre provare il ciaspoleering: il partecipante deve raggiungere un punto in mezzo al bosco innevato, utilizzando una mappa, la bussola e il cielo. A Piandelagotti il 2 marzo si terrà la trappa conclusiva del campionato mondiale di sleddog, le slitte trainate dai cani sulla neve. Info www.centrofondoboscoreale.it

 

R COME RIDERE Se è vero che si ride sempre meno, basta una giornata con la propria famiglia da queste parti. Si possono provare per esempio le discese con gli slittini o con i grossi pneumatici (lo snow tubing) che sarà impossibile frenare una risata. A Lama Mocogno nel modenese c'è una delle piste più lunghe della regione: 150 metri e un centro per il baby fondo con sagome e pupazzi di legno per iniziare a questo sport i bambini dai 4 anni in su.

 

S COME STELLE: Se vivere la neve di giorno è sempre una bella emozione, di notte lo è ancora di più. Ormai tutte le località della regione sono organizzate per ciaspolate by night. In alcune stazioni più piccole si può anche sciare di notte come a Passo Penice (Pc) mentre a Sant'Anna Pelago (Mo) di notte si può fare fondo nella pista che attraversa il paese.

 

T COME TUTTO COMPRESO E' un'altra delle tendenze. Fra le formule più nuove c'è quella che si sono inventati al Cerreto: la giornata bianca "tutto compreso" con skipass e pranzo al ristorante a 21 euro. O la minivacanza bianca di tre giorni a 136 euro tutto compreso: albergo tre stelle, mezza pensione (a partire dal pranzo della domenica), skipass, due ore di lezione di sci al giorno e noleggio attrezzatura a 15 euro per tutto il periodo. www.cerretolaghi2004.it

 

V COME VARIETA'. Sono tante le escursioni che si possono fare quest'inverno. Il Parco di Corno alle Scale accompagna i visitatori con un fuoristrada e poi a piedi a scoprire le tracce degli animali. Al Cimone la Scuola delle Guide alpine (www.scuolaguidealpinecimone.it (telefono 347/27.62212) insegna tutte le tecniche di spostamento sulla neve e sul ghiaccio: dalle ciaspole allo sleddog, dalle arrampicate sulle cascate di ghiaccio alle salite con i ramponi, un po' come gli antichi esploratori. Fra tanti corsi c'è anche quello di "metamorfismo del manto nevoso". In pratica si può imparare a "leggere" la neve e a capire se sussiste il pericolo valanghe. Al Corno si può fare wolf bowling cioè un'esplorazione nel bosco utilizzando un richiamo per vedere se un lupo in lontananza risponde.

 

Z COME ZAINO. Con tante offerte, sconti e tante idee per giornate uniche, cosa aspettate a prepararlo e partire?

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -