Modena: addio al manicomio, sfilano i "Marco Cavallo"

Modena: addio al manicomio, sfilano i "Marco Cavallo"

MODENA - Pesa un quintale e mezzo, è alto 3 metri e 20, lungo 2,20 e largo 1,40. Si chiama Marco Cavallo ed è la scultura mobile realizzata nel 1973 all'interno del manicomio San Giovanni di Trieste da comuni esperienze creative di artisti, studenti e degenti e dalla capacità visionaria di Franco Basaglia, Vittorio Basaglia e Giuliano Scabia. Quel cavallo, divenuto ben presto il simbolo della libertà e della possibilità di fare cadere i muri manicomiali, che in effetti caddero nel 1978 per effetto della legge 180 - sarà trasportato in autocarro da Trieste a Modena, dove sfilerà su ruote domenica 21 settembre, dalle 14 alle 15, giornata conclusiva dell'ottavo Festival filosofia sulla fantasia (www.festivalfilosofia.it).


A trent'anni dall'approvazione della legge che chiuse i manicomi, Marco Cavallo sfilerà su ruote alla testa di altri Marco Cavallo realizzati, con i colori e la fantasia, sabato 20 settembre dalle 10 alle 20 nel Cortile del Melograno di Modena.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...


Il progetto nasce da volontari e utenti dell'associazione "Insieme a noi", da "Social Point", progetto del Dipartimento di Salute Mentale dell'Ausl di Modena e dagli allievi dell'Istituto d'arte Venturi, che hanno preparato grandi sagome di Marco Cavallo pronte per accogliere le più fantastiche e liberatorie idee pittoriche e creative dei partecipanti al Festival. Il laboratorio metterà a disposizione dei partecipanti pennelli, colori, bottoni, stoffe e tessere multicolore.
L'iniziativa è coordinata dallo psicologo Matteo Cristiani, tutor all'istituto d'arte Venturi e collaboratore dell'associazione "Insieme a noi", e Carlo Coppelli, docente di Discipline plastiche all'istituto Venturi, terapeuta, formatore e docente a contratto all'Università di Modena e Reggio Emilia.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -