Modena: con il Citypass 3706 sanzioni nella prima settimana

Modena: con il Citypass 3706 sanzioni nella prima settimana

MODENA - Su 76452 ingressi in Centro storico sono stati circa 3706 quelli irregolari rilevati nella prima settimana di piena attività del Citypass, di cui 2049 sanzioni reali relative ai primi tre giorni e le altre stimate, riferite ai giorni successivi. Il primo giorno sono state sanzionate 773 auto, il secondo 684, il terzo 592, con un decremento giornaliero del 9% e settimanale previsto pari al 30-40%. Rispetto alle stime iniziali i dati reali riferiti ai primi tre giorni sono inferiori, in gran parte per effetto di una tempestiva segnalazione degli aventi diritto.

 

Mentre giorno dopo giorno calano costantemente e in modo significativo le sanzioni comminate, l'occhio elettronico, a distanza di una settimana dall'accensione effettiva, inizia già a giovare alla vivibilità del centro, almeno in due sensi: riducendo significativamente il transito di veicoli che finora, pur non essendo autorizzati, accedevano alla zona Ztl, e trasformando le entrate da sanzioni per accessi irregolari in risorse per interventi di valorizzazione del centro storico.


"Si tratta di risorse che verranno investite in programmi e progetti di qualificazione, valorizzazione, e promozione del centro storico, rispondendo ad un obiettivo di valore strategico per tutta la città" afferma l'assessore al Centro storico Roberto Guerzoni". Tra i progetti che verranno finanziati, in tutto o in parte, dalle sanzioni del Citypass, ad esempio, quelli delle piazze Mazzini, Matteotti, XX Settembre, Sant'Agostino e Roma; o i parcheggi di piazza Matteotti, piazza Roma e dell'ex Amcm; o ancora servizi di vario tipo, dal trasporto pubblico alle attività di servizio sociale, dalla sicurezza urbana ai bagni pubblici. "Sono progetti che danno risposte ad esigenze concrete di coloro che abitano in centro, che ci lavorano e che lo frequentano" conclude Guerzoni.


"Il sistema funziona e gli effetti benefici sulla qualità della vita in centro storico sono già evidenti" aggiunge l'assessore alla Mobilità Daniele Sitta. "Il numero di sanzionati tende a diminuire giorno dopo giorno e siamo certi che a breve si assesterà su valori molto più bassi".


Il sistema Citypass si uniforma all'ordinanza del 23 settembre 2008, che non cambia le regole in senso più restrittivo ma, anzi, ha introdotto ampliamenti di fasce orarie ed estensioni di categorie di veicoli. Le motociclette, ad esempio, prima non potevano accedere alla zona Ztl, mentre ora possono entrare durante gli orari di lavoro, dalle 7 alle 21, dal lunedì al venerdi, e dalle 7 alle 14 il sabato.

 

Un miglioramento è stato introdotto per i veicoli commerciali Euro 2 che possono accedere purché siano stati immatricolati entro 10 anni, mentre prima erano completamente esclusi. L'autorizzazione per carico/scarico ai fornitori di generi alimentari destinati a pubblici esercizi del centro storico, dalle precedenti 7.30 è stata anticipata alle 5, anche la domenica e i giorni festivi.

 

Le autorizzazioni per attività di manutenzione e servizi alla casa (artigianali) sono consentite dalle 7.30 alle 18.30, mentre prima l'inizio era alle 8.30. Per chi gestisce pubblici esercizi e alimentari con sede in Ztl l'autorizzazione che prima riguardava i giorni feriali è stata estesa automaticamente anche alla domenica dalle 8.30 alle 10.30. Per chi accompagna donne residenti o domiciliate c'è la possibilità di ingresso dalle 23 alle 5.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Per godere dell'agevolazione occorre comunicare la targa del veicolo in ingresso prima o entro le 48 ore successive alla Polizia municipale tramite fax o email. Per il carico/scarico di fornitori e per altre categorie che non hanno i requisiti per l'autorizzazione permanente (non raggiungono i 12 ingressi mensili), oltre a coloro che svolgono attività di manutenzione, è previsto il sistema dei blocchetti da 10 ingressi, che si possono richiedere alla Polizia Municipale e all'Ufficio Autorizzazioni permanenti presso l'Ufficio Tributi.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -