Modena: domenica si festeggia il co-patrono Sant'Omobono

Modena: domenica si festeggia il co-patrono Sant'Omobono

MODENA - Domenica 9 novembre sarà ricordato Sant'Omobono, patrono dei sarti e dei mercanti, che il civico consesso del 1630 nominò compatrono di Modena per averla liberata dal flagello della peste. Le autorità, guidate dal Sindaco Giorgio Pighi, si troveranno alle 11 nella sala del Vecchio consiglio del Palazzo Comunale e poi in corteo raggiungeranno la Chiesa del Voto in via Emilia centro, dove alle 11,30 sarà celebrata la Santa Messa da don Eligio Venturelli, assistente spirituale degli artisti.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La celebrazione eucaristica sarà presieduta da Monsignor Paolo Losavio Vicario generale. La sacra liturgia sarà accompagnata da canti eseguiti dalla corale Giacomo Puccini di Sassuolo. In programma l'esecuzione di brani scritti da Saguatti, Bettinelli, Lecot, Lotti e Handel. Tre sono stati i punti cardinali della vita di Sant'Omobono: la famiglia, il lavoro e la politica. Sarto, commerciante di stoffe utilizzava i guadagni per aiutare i poveri ed i bisognosi, Omobono non rivestiva cariche politiche, ma aveva una grande carica umana e cristiana.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -