Modena: "Echi musicali" con il Quartetto Klez

Modena: "Echi musicali" con il Quartetto Klez

MODENA - Proseguono gli "Echi musicali" nel versante modenese: venerdì 8 agosto, a partire dalle ore 21, il Quartetto Klez ci condurrà in un viaggio musicale dalla musica gitana alle melodie klezmer dei villaggi ebraici. Sul palco di Piazzale Re Astolfo a Carpi il Quartetto, con Stefano Marini al violino, Matteo Salerno al Flauto, Egidio Collini alla chitarra e Francesco Giampaoli al contrabbasso, ci propone la musica ricca di contaminazioni dei popoli di confine, che si inserisce nel solco della tradizione gitana, ungherese ed ebraica. Il quartetto si cimenterà in brani di estremo virtuosismo alternati a momenti vivaci, allegri e malinconici che esprimono l'anima di questi popoli dall'esistenza travagliata. Questa musica rappresenta la cultura di una terra piena di diversità etniche ed emotive che ancora oggi fa da spartiacque tra Oriente ed Occidente. Violino, chitarra, flauto e contrabbasso eseguiranno brani dalle velocità estreme, alternati a momenti carichi di pathos in grado di esprimere la travagliata esistenza di un popolo di confine che, nonostante le mille difficoltà, ha saputo generare un repertorio che dai tempi più remoti ha affascinato i più grandi compositori. Verranno eseguiti, tra gli altri, Inno Rom dal film "Il Tempo dei Gitani" di Kusturica, If I were a rich man dal musical "Il Violinista sul Tetto" e Life is a miracle dall'omonimo film di Kusturica.

Il Quartetto Klez nasce dalla comune passione di quattro musicisti per il repertorio musicale dell'Europa dell'est, ed è proprio a un genere, quello klezmer, che dedicano il nome del gruppo, ispirandosi ai musicisti girovaghi che in passato vagavano da un villaggio all'altro in cerca di occasioni per suonare. Studi classici, jazz e popolari si fondono in un nuovo linguaggio a cui il Quartetto Klez dà vita rielaborando secondo il proprio stile le più belle melodie gitane e di tutta l'area balcanica. Il quartetto si è esibito per festival e rassegne musicali in tutta Italia e all'estero: si ricorda la partecipazione al Festival Internazionale di Mezza Estate di Tagliacozzo, al Festival di Musica e Cultura Popolare di Rovigo, al Festival Ultrapadum di Pavia, al Festival Internazionale Nei Suoni Nei Luoghi, all'Emilia Romagna Festival, alla Rassegna Musicale "Effetto Venezia" di Livorno, alla Rassegna Musicale "Musica e Immagini" di Imperia, al Festival Internazionale di Ancona.


Di varia natura e repertorio sono i progetti a cui il quartetto lavora e tra questi alcuni di interazione con altri linguaggi artistici come la danza e il teatro. Significative sono le produzioni in cui collabora con compagini orchestrali in rielaborazioni di ampio respiro del repertorio tradizionale.

L'ottava edizione di "Echi Musicali", in programma fino al 28 settembre, prevede quasi 150 concerti e coinvolge oltre 60 comuni delle province di Modena, Reggio Emilia, Parma e, da quest'anno, Bologna e Piacenza.
La rassegna spazia tra numerosi generi musicali: dalla musica classica a quella popolare, dalle armonie celtiche ai ritmi africani, dal pop internazionale al jazz fino a incursioni nel repertorio dei musical, del tango e del flamenco.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -