Modena: fugge dalla Questura dopo maxi-rissa e poi si costituisce

Modena: fugge dalla Questura dopo maxi-rissa e poi si costituisce

Modena: fugge dalla Questura dopo maxi-rissa e poi si costituisce

MODENA - Si è costituito, accompagnato dal proprio avvocato, l'albanese di 30 anni fuggito domenica sera dalla Questura dopo esser stato arrestato per una violenta rissa all'esterno del ‘Bar Pamela' di via Emilia Est a Modena. L'individuo, insieme ad un connazionale, è accusato di tentato omicidio. La zuffa si è consumata alle prime luci dell'alba di domenica.

 

In sei, due albanesi e quattro italiani, hanno cominciato a darsele di santa ragione in seguito ad alcuni apprezzamenti nei confronti di una ragazza. Uno degli extracomunitari, inoltre, si è spinto oltre, aggredendo alcuni clienti che non c'entravano nulla. I due albanesi sono stati fermati ed arrestati dalla Polizia.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ma poche ore più tardi uno dei due, il 30enne M.E. le sue iniziali, è riuscito a fuggire dalla Questura aggredendo gli agenti mentre lo stavano accompagnando in cella dopo il foto segnalamento. Poi si è costituito. Il barista ha sporto denuncia per i danni causati. Nella zuffa alcuni dei coinvolti è dovuto ricorrere alle cure dei sanitari: il bilancio è di dieci feriti, il più grave in prognosi riservata anche se non è in pericolo di vita.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -