MODENA - Giallo su rapimento lampo Vanessa Mussini

MODENA - Giallo su rapimento lampo Vanessa Mussini

MODENA - Ancora molti i punti oscuri su cui sono chiamati a far luce gli uomini della Dda di Bologna, il dipartimento distrettuale antimafia, gli uomini della Mobile di Bologna e di Modena, in relazione al sequestro lampo di Vanessa Mussini, prelevata ieri mattina dalla sua auto, una classe A nera poi abbandonata sull'A1 tra Modena e Reggio Emilia, a pochi chilometri dal bivio per l'Autostrada del Brennero, e costretta dai rapitori a salire su un'altra vettura, infine rilasciata intorno alle 21,30, a Soliera.


A denunciare la scomparsa i familiari, spaventati dal fatto che non riuscivano a rintracciarla sul cellulare. Vanessa era diretta ieri mattina a Parma, dove frequenta la facolta' di Agraria. Qui, gli uomini della Mobile di Parma l'hanno cercata, interrogando altri studenti senza esito. L'epilogo della vicenda soltanto alle 21,30 quando i genitori ricevono una telefonata della figlia.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Vanessa chiama dal bar Poldo, che si trova all'interno di un centro commerciale, e annuncia di essere libera. Da chiarire anche le ragioni del rilascio. Stando a quanto ha riferito la giovane agli agenti della Questura di Modena, i sequestratori si sarebbero spaventati dal tam tam di notizie che sono circolate in serata e dai telegiornali che hanno rilanciato il rapimento.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -