Modena: informatica, sabato è il Linux Day

Modena: informatica, sabato è il Linux Day

MODENA - Un nuovo Net Garage per dare ampio spazio alla creatività che sta per aprire nel cuore di Modena, due manuali operativi per l'installazione e l'utilizzo di famose licenze di libera distribuzione, un ciclo di video lezioni per avvicinarsi al mondo dell'open source.

 

Queste alcune delle iniziative con cui Modena si presenta al Linux Day 2008, la manifestazione interamente dedicata alla diffusione della cultura informatica del software libero, che si terrà nella nostra città sabato 25 ottobre presso il Dipartimento di Economia dell'Università, in via Fontanelli. Organizzato dall'assessorato alle Politiche Giovanili del Comune di Modena e dal Dipartimento di Informatica e Ingegneria Informatica dell'Università di Modena e Reggio Emilia, in collaborazione con Biblioteche Comunali e Associazione Conoscerelinux, il Linux Day vedrà la partecipazione di esperti e appassionati ed è aperto a tutti coloro che vogliono conoscere i software liberamente utilizzabili.

 

I software open source, il più noto dei quali è il sistema operativo Linux, sono programmi non protetti da licenze a pagamento che possono essere utilizzati, sviluppati e modificati da chiunque, purché i contributi restino a disposizione di tutti. Il Comune di Modena, da tempo impegnato su questo fronte, è il secondo Comune in Italia, preceduto solo da Bolzano, a lavorare su piattaforma Linux. I vantaggi sono economici ma non solo, poiché Linux può essere modificato in base alle proprie esigenze e distribuito gratuitamente. "Inoltre - sottolinea l'assessore alle Politiche Giovanili Giovanni Franco Orlando - l'Amministrazione è impegnata nella diffusione della cultura informatica dell'open source nella rete dei Net garage frequentati dai giovani: una scelta culturale e politica, prima che tecnica, che punta a privilegiare gli strumenti comunicativi che facilitano la condivisione delle idee e la libera diffusione dei contenuti creativi".


Le potenzialità dell'open source tra i banchi di scuola e la sicurezza delle reti informatiche saranno al centro degli interventi del Linux Day 2008. Durante la mattinata di sabato 25 ottobre saranno presentati diversi progetti per l'applicazione e la diffusione del software libero nella pubblica amministrazione e nelle scuole. "L'open source è diventato una realtà importante in tutti i settori dell'informatica ben al di fuori dell'ambito accademico - sottolinea Michele Colajanni, professore di Informatica e Ingegneria Informatica dell'Università di Modena e Reggio Emilia - La vera sfida ora mette in primo piano l'educazione; da sempre come Università crediamo nell'importanza delle tecnologie software open come metodologia principe per la didattica".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...


Dalle ore 9.30, dopo i saluti dell'assessore Orlando e del prof. Colajanni, interverranno Marco Cesati, ricercatore presso la Facoltà di Ingegneria dell'Università Tor Vergata di Roma, che parlerà di "Linux Evolution", Antonio Russo esperto di informatica applicata alla pubbliche amministrazione che dedicherà il suo contributo alla "Lettera a Stallman" e i responsabili del progetto Open Source del Comune di Modena: Giovanni Finali e Walter Martinelli. A seguire saranno presentati i volumi "Ubuntu per tutti" di Riccardo Cavalieri e "Creative Commons: manuale operativo" di Simone Aliprandi; mentre il dirigente dei Sistemi Informativi del Comune di Modena Tiziano Malaguti parlerà della diffusione dell'open source nell'amministrazione comunale. Nel pomeriggio si potrà partecipare a laboratori con diversi gradi di difficoltà tenuti da Nanni Bassetti ("Introduzione alla computer forensics e community CFI"), Denis Frati ("Linux per la Computer Forensics: i motivi di una scelta), Giancarlo Giustiuni ("Caine, una distribuzione GNU/Linux per la computer forensics"), Giordano Lanzi ("Un Pc con Linux e il media-center è servito"), Matteo Generali ("Conoscere Linux"). Durante la giornata funzionerà un'area demo dove saranno presentate varie distribuzione GNU/Linux/Install Party. La partecipazione alla giornata e ai laboratori è libera e gratuita.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -