Modena: l'ultima nevicata è costata al Comune 150mila euro

Modena: l'ultima nevicata è costata al Comune 150mila euro

MODENA - Circa 150.000 euro per spazzare la neve solo tra martedì e mercoledì, piu' nove milioni di euro di danni causati dal maltempo in dicembre. In provincia di Modena le squadre con gli spazzaneve sono ancora al lavoro, in particolare lungo la strada provinciale 324 del passo delle Radici a Pievepelago. Prosegue quindi l'attivita' dei mezzi spartineve iniziata martedi' al mattino sugli oltre mille chilometri di strade provinciali, quando la neve ha iniziato a scendere a partire dalla montagna.

 

Tra martedi' e mercoledì si calcolano quasi 30 ore di spalatura ininterrotta in montagna con un costo stimato per la Provincia di 150.000 euro. Complessivamente i mezzi impegnati sono stati 111, di cui 97 di ditte private e 14 di proprieta', 59 in montagna e 52 in pianura. Ai costi per tenere le strade pulite, pero', occorre aggiungere i danni provocati dalle abbondanti nevicate ai versanti, alle banchine e alle sedi stradali che, come afferma Stefano Vaccari, assessore provinciale all'Ambiente, "si sommano ai circa nove milioni causati dal maltempo del dicembre scorso. Stiamo iniziando la stima dei danni di questi giorni, ma il conto si fa sempre piu' pesante".

 

La Provincia aspetta una parte dei tre milioni previsti per l'Emilia-Romagna nell'ordinanza dello stato di emergenza per le piogge del dicembre scorso, a cui si aggiungeranno circa un quarto dei 100 milioni destinati dal Parlamento per i territori di Emilia Romagna, Liguria e Toscana per intervento contro il dissesto idrogeologico.

 

Intanto nella montagna modenese si circola regolarmente ma le strade sono ancora bianche e nella notte sono ancora possibile gelate. I tecnici del servizio provinciale Viabilita' raccomandano prudenza anche perche', soprattutto nelle zone piu' alte dell'Appennino, a causa delle basse temperature notturne, l'effetto del sale si attenua fino a diventare nullo: occorre quindi guidare con prudenza e disporre sempre di catene o pneumatici da neve.

 

A Sassuolo, intanto, il sindaco Luca Caselli, che mercoledì pomeriggio ha emesso un'ordinanza che poneva l'obbligo di catene per tutti i mezzi (e ritirata solo giovedì), e' pronto a emanarne una nuova che vale gia' per l'inverno prossimo. Col documento Caselli vietera' la circolazione ai mezzi sprovvisti di catene o di gomme termiche, in caso di neve, dal prossimo mese di novembre fino a marzo 2011.

 

L'obiettivo e' di migliorare considerevolmente la sicurezza per la circolazione e favorire il piu' possibile il passaggio di mezzi spala neve e spargi sale in situazioni di emergenza come quelle verificatesi tra martedi' scorso e mercoledì mattina.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -