Modena: lirica, motori e gastronomia gli asset del turismo modenese

Modena: lirica, motori e gastronomia gli asset del turismo modenese

MODENA - "Lirica, motori ed enogastronomia sono i settori chiave per lo sviluppo del turismo a Modena". Mario Lugli, assessore comunale alla Cultura, sintetizza in tre parole il dibattito che si è svolto ieri pomeriggio alla Galleria civica, nuovo appuntamento degli Stati generali della cultura, un percorso di dialoghi avviato nel giugno dello scorso anno sui temi strategici per le prossime politiche della città.


All'incontro hanno partecipato albergatori, operatori del settore turistico e della cultura. Mauro Tedeschini, presidente della casa natale di Enzo Ferrari, ha ricordato che entro l'estate sarà avviato il bando europeo per l'affidamento dei lavori nell'edificio in cui è nato il Drake, mentre Luigi Verrini, presidente della Fiera di Modena, ha illustrato gli investimenti nel settore dell'enogastronomia e dei prodotti tipici locali. Franco Bontempi, direttore della società consortile Modenatur, impegnata sul fronte dell'accoglienza, ha evidenziato a Modena una diminuzione del turismo d'affari e un aumento del turismo culturale.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...


"L'Unione città d'arte dell'Emilia-Romagna - ha ricordato, infine, Lugli, che dell'organismo è presidente - sta creando un network tra i maggiori teatri della regione per riservare posti a spettatori provenienti dall'estero agli appuntamenti più importanti delle stagioni liriche".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -