Modena: minacce a funzionario Confesercenti, Leoni (PdL) interroga la Regione

Modena: minacce a funzionario Confesercenti, Leoni (PdL) interroga la Regione

MODENA - Il "grave e preoccupante atto intimidatorio di stampo mafioso", di cui sarebbe stato oggetto un funzionario della Confesercenti di Modena, componente della segreteria del PD modenese, è al centro di un'interrogazione del consigliere regionale Andrea Leoni (fi-pdl).

 

Leoni evidenzia che "l'ignobile atto" sarebbe stato motivato da dichiarazioni pronunciate dalla persona minacciata riguardanti "la presunta sottovalutazione da parte delle istituzioni locali dell'allarme collegato alle infiltrazioni mafiose nel territorio, con particolare riferimento ai settori dell'edilizia e degli appalti".

 

Il consigliere, a questo proposito, cita il "costante ripetersi di atti intimidatori nei confronti di esponenti del mondo politico, economico e della società civile", che confermerebbero il "grave livello di penetrazione" da parte di organizzazioni criminali nel territorio modenese.

 

Considerando che la sfida lanciata dalla mafia e da altre organizzazioni malavitose debba essere "contrastata altrettanto duramente da parte delle Istituzioni, anche attraverso misure straordinarie e più incisive rispetto al passato", Leoni chiede alla Giunta regionale come giudichi il ‘caso' oggetto dell'interrogazione, se concordi nel ritenere questi episodi particolarmente preoccupanti e se consideri sufficienti le misure adottate finora sul piano dei controlli preventivi rispetto alla presenza di persone ed attività legate alla criminalità organizzata sul territorio.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il consigliere vuole infine sapere se la Regione intenda adottare specifiche azioni di prevenzione e repressione a fronte dell'offensiva lanciata dalla mafia contro le istituzioni nell'area modenese e, più generalmente, nell'intera regione, come giudichi le dichiarazioni e le preoccupazioni espresse dal Procuratore capo di Modena e quali azioni intenda porre in essere per scongiurare un'ulteriore diffusione del fenomeno in Emilia-Romagna.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -