Modena: Mirandola, iniziative per i malati di alzheimer e i loro familiari

Modena: Mirandola, iniziative per i malati di alzheimer e i loro familiari

MODENA - Si rafforza ulteriormente la già stretta collaborazione tra l'Azienda Usl e l'Asdam - Associazione demenze e Alzheimer di Mirandola -. Ultimi prodotti realizzati - in distribuzione da qualche tempo presso il consultorio psicogeriatrico, negli studi di medicina generale e nei vari punti di aggregazione, quali CUP e servizi sociali del Comune di Mirandola - un volantino "Guida e malattia di Alzheimer" che fornisce indicazioni riguardo l'utilizzo dell'automobile da parte dei malati; un pieghevole che spiega la figura dell'Amministratore di sostegno; un piccolo manuale con "Consigli pratici per i familiari dei pazienti affetti da deterioramento cognitivo" e, infine, un opuscolo che fornisce ulteriori informazioni a chi si prende cura e convive con un malato di Alzheimer.

 

"L'informazione anche nel caso dell'Alzheimer è assolutamente fondamentale così come è importante che sia creata a misura di malato e dei loro familiari. Per questo è estremamente positivo che le Associazioni, come Asdam e i servizi dell'Azienda Usl collaborino tra di loro per fornire informazioni, assistenza, sostegno e proporre iniziative non esclusivamente di natura medica - sottolinea Andrea Fabbo, responsabile dell'Unità operativa Salute anziani e del Consultorio psicogeriatrico di Mirandola dell'Azienda USL. Il mondo delle demenze è complesso perché, oltre al malato, coinvolge tutta la famiglia, ne stravolge regole e abitudini, richiede continua assistenza e sostegno sia per il malato, sia per chi si prende cura di lui.

 

I numeri evidenziano che si tratta di un fenomeno in crescita. Attualmente i pazienti presi in carico dal Consultorio psicogeriatrico di Mirandola sono intorno ai 1500. "Il problema della demenza - afferma il Dott. Fabbo, - rappresenta una delle criticità emergenti del nostro territorio legato all'invecchiamento della popolazione. La fascia di età superiore ai 75 anni, infatti, su un totale di circa 90.000 abitanti è pari al 10% della popolazione. Presso il consultorio psicogeriatrico di Mirandola, in 7 anni, sono state aperte 2.279 cartelle e sono state effettuate 7.839 visite."

 

 

È utile perciò ricordare le numerose le iniziative che il Consultorio psicogeriatrico e Asdam organizzano insieme. Momenti che hanno lo scopo ridurre il peso che spesso grava sui familiari. Tra questi l'appuntamento mensile con il "Caffè Alzheimer" durante il quale, pazienti e parenti, in un contesto informale, si confrontano con esperti e operatrici sanitarie si occupano dei malati. Un'opportunità per affrontare con maggiore serenità tematiche inerenti la malattia e i modi migliori per affrontarla quotidianamente: dalla pet therapy all'ingegneria che studia le case "a misura di malato", dalla legge 104 (sul diritto alle agevolazioni per i portatori di handicap) fino all'assistenza sociale. Poi ci sono le cosiddette Ore Sollievo: grazie all'Azienda Usl, al sostegno della Fondazione Cassa di Risparmio e all'intervento della cooperativa Gulliver, sono stati regalati "pacchetti di 40 ore di sollievo" per i familiari dei malati. In pratica, un operatore sanitario qualificato, inizialmente affiancato da uno psicologo, si prende cura del malato consentendo ai familiari di avere a disposizione 40 ore per potersi rilassare, riposare o semplicemente svolgere le attività quotidiane con tranquillità. Per i malati non gravi ci sono terapie soft dette R.O.T. (Reality Orientation Terapy). Infine, un progetto partito nel 2007 che ha avuto un notevole successo: due ore di rilassamento alla sera, dedicate ai familiari dei malati, i quali possono confrontarsi sui loro problemi con la presenza di uno psicologo.

L'associazione Asdam conta attualmente 80 iscritti e si tratta di un numero in continua crescita dalla sua nascita nel 2002. "In provincia - spiega Franca Artioli, presidente dell'associazione - ci sono ben cinque associazioni su demenze e alzheimer (a Modena, Mirandola, Sassuolo, Vignola e Carpi). E' un caso unico in Italia: basti pensare che a Bologna ce n'è una sola in tutta la provincia."

 

Per informazioni:

·                     Consultorio psicogeriatrico: Segreteria, tel.0535/29698; fax.0535/29691

·                     Asdam onlus: Centro di ascolto nei giorni di martedì e venerdì dalle 15 alle 17; sabato dalle 9 alle 11. Tel.0535/611588; Cell.331/6309109, Via Castelfidardo 40, 41037 Mirandola, Modena.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -