Modena: neve, gli interventi in atto. Disagi

Modena: neve, gli interventi in atto. Disagi

MODENA - Oltre 100 mezzi spazzaneve e spargisale in azione per tutta la notte e sicuramente anche per l'intera giornata di sabato. Malgrado la forte nevicata ed il freddo intenso, questa azione ha consentito di contenere i disagi sulla viabilità principale intorno ed all'interno della città. Una condizione favorita anche dalla giornata prefestiva che comunque vede una naturale riduzione del traffico.


Per alcune ore è stata anche vietata l'uscita dall'autostrada ai mezzi pesanti privi di catene. Complessivamente non si sono verificati incidenti importanti o comunque tali da determinare conseguenze negative per la circolazione.
Nelle prime ore della mattinata è stata emessa l'ordinanza di chiusure di tutte le scuole per la giornata di oggi, decisione adottata nelle consapevolezza che molte famiglie e molti studenti non ne sarebbero stati informati per tempo.

 

E' stato comunque deciso di procedere alla chiusura in via precauzionale per queste ragioni:
- rispondere adeguatamente a quanti chiedevano informazioni a tutti i numeri utili rispetto alla opportunità di accompagnare i figli a scuola;
- fornire ai dirigenti scolastici uno strumento anche formale per invitare genitori e studenti a tornare a casa;
- previsioni meteo che indicavano e indicano, dopo una breve tregua, la forte probabilità di altre precipitazioni, ma soprattutto un ulteriore e consistente abbassamento della temperatura con relative gelate;
- la conseguente necessità di ridurre il più possibile la circolazione stradale, soprattutto in prossimità del termine delle lezioni, per evitare rischi ulteriori ed anche per consentire ai mezzi spazzaneve di operare in condizioni migliori.
- l'indicazione alle strutture scolastiche (soprattutto le medie inferiori) di provvedere comunque all'accoglienza dei ragazzi in assenza dei genitori.


Si sono verificati disagi e incomprensioni, ma le situazioni sono state comunque risolte col logico ricorso al buon senso. D'altra parte i responsabili della protezioni civile e dei servizi di emergenza hanno ritenuto che il rischio di tenere aperte le scuole fosse prevalente rispetto all'inevitabile disagio provocato. Infine, non era possibile decidere e quindi comunicare la chiusura delle scuole in anticipo e cioè nella giornata di ieri, sulla base delle sole previsioni. Questa mattina, infatti, la decisione è stata adottata tenendo conto di condizioni reali critiche alle quali si aggiungevano previsioni sfavorevoli.


Lo stesso criterio è stato seguito per l'ordinanza che dispone la chiusura del cimitero di S. Cataldo: in questo caso, però, il problema non è tanto quello della viabilità, quanto piuttosto la necessità di provvedere alla rimozione di neve e ghiaccio dai passaggi pedonali ed in particolare dalle scale scoperte, soprattutto al fine di prevenire possibili conseguenze per la popolazione anziana. La chiusura di San Cataldo riguarda le giornate di sabato e domenica.
Nelle prossime ore i mezzi di Hera provvederanno a liberare strade e parcheggi, ovviamente il tutto subordinato all'evoluzione delle condizioni meteoclimatiche.

 

E' comunque consigliato di limitare al minimo gli spostamenti coi mezzi privati, soprattutto a partire da metà pomeriggio quanto la temperatura potrebbe abbassarsi fino a -8°. Presso la sede della Polizia municipale, che ha sulle strade tutte le pattuglie disponibili, continuerà a funzionare ininterrottamente la sala operativa per la gestione dell'emergenza neve.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -