Modena: opere e maestri dell'arte della terracotta

Modena: opere e maestri dell'arte della terracotta

MODENA - Le truppe francesi ne avevano fatto coccio pesto per far meglio scolare le urine dei cavalli. Questa la sorte toccata al Monumento funebre di Lionello Belleardi realizzato da Antonio Begarelli e collocato a Modena nella chiesa di San Francesco. La chiesa stessa subì, in quel periodo storico, l'affronto di essere utilizzata come stalla. Nel corso delle recenti opere di restauro del pavimento, ecco, come in un giallo, il ritrovamento del cadavere sulla scena del delitto.

 

Ovvero la scoperta di quattrocento frammenti di terracotta appartenuti alla pregevole opera d'arte. In una sorta di volontà riparatrice, per far conoscere e rendere omaggio all'arte, all'opera, agli artisti della terracotta, il Circolo culturale "Salotto Magico: arte, scienza e fantasia" con il patrocinio della Circoscrizione 1 organizza un corso intitolato "L'arte della terracotta: opere e maestri dell'area modenese". Avrà inizio venerdì 7 novembre alle ore 16 presso l'Istituto d'arte "A. Venturi" in via dei Servi 21 e proseguirà nei giorni 11, 19, 28 novembre. Il professor Romano Pelloni illustrerà la storia e la tecnica della terracotta e accompagnerà i partecipanti alla scoperta delle opere di Mazzoni, Begarelli e Quartieri esaminandole direttamente dove si trovano ancora oggi, nelle chiese e nei musei cittadini.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...


Info: 059/390173 salottomagico@alice.it

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -