MODENA - Polizia municipale, il sindaco Pighi: ''Tutto secondo le regole''

MODENA - Polizia municipale, il sindaco Pighi: ''Tutto secondo le regole''

MODENA - Il Sindaco Giorgio Pighi è intervenuto ieri sera a conclusione del dibattito in Consiglio Comunale sull'ordine del giorno (presentato dal consigliere Barcaiuolo di An ed emendato su proposta del consigliere Bassoli dei DS) relativo alla dotazione di spray urticante e manganello agli operatori della Polizia Municipale. Nel merito il Sindaco ha ribadito che si tratta di strumenti di autotutela per i vigili urbani e che l'adozione dello spray è ormai imminente, mentre per il manganello si dovrà semplicemente attendere lo svolgimento di un corso di preparazione rivolto agli operatori.


Nel corso dell'esposizione ed in seguito a quanto rilevato da alcuni consiglieri comunali nei loro interventi, il Sindaco ha anche precisato le circostanze relative alla decisione della magistratura di archiviare, perché il fatto non costituisce reato, la segnalazione del comandante della Polizia Municipale, Fabio Leonelli, a suo tempo presentata per evidenziare l'assenza ingiustificata dal lavoro di alcuni agenti nel giorno della Fiera di S. Geminiano, il 31 Gennaio scorso.
Il Sindaco ha ricordato che "il 24 Gennaio il Questore di Modena aveva emesso un'ordinanza con la quale si sottolineava l'importanza del lavoro di sorveglianza nel corso della Fiera e delle manifestazione collaterali", se tale può definirsi la Corrida di S. Geminano, corsa podistica che coinvolge migliaia di modenesi e che di conseguenza determina problemi notevoli alla circolazione. Senza contare il ruolo della Polizia Municipale nel controllo delle attività commerciali ambulanti e più in generale nel garantire il regolare svolgimento delle iniziative.


Sulla base del quella ordinanza il Comandante della Polizia Municipale, a sua volta, ha diramato un ordine di servizio che impegnava gran parte del personale ad essere in attività il 31 Gennaio. Di fronte ad alcune, poche, assenze ingiustificate, il Comandante Leonelli aveva quindi l'obbligo della segnalazione alla magistratura, non poteva fare diversamente, così come non poteva non avviare anche un procedimento amministrativo, per altro ancora in corso.
"Non è poi corretto -ha aggiunto Pighi- che dalla decisione di archiviare da parte della magistratura si faccia discendere una presunta mancanza di verifica a carico del Comandante. L'unica verifica che doveva essere fatta era quella relativa all'assenza ingiustificata degli operatori e cioè accertare il fatto, stabilire poi che tale circostanza si configuri penalmente come reato è invece compito esclusivo della magistratura: non a caso l'archiviazione non è perché il fatto non sussiste, ma perché il fatto non costituisce reato."

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...


"Così sono andate le cose -ha concluso il Sindaco- e la decisione della magistratura non crea alcun imbarazzo all'Amministrazione. Ognuno può interpretarli come vuole, ma questi sono i fatti".


Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -