Modena: rivive la storia dei Giardini ducali

Modena: rivive la storia dei Giardini ducali

MODENA - Il Sessantotto fu la prima, esplosiva manifestazione della globalizzazione e l'inedita dimensione mondiale della protesta giovanile. Nel weekend dedicato alla storia non poteva mancare una riflessione su quel periodo: la serata di sabato 12 luglio prende il via alle 19.15 con una lezione dello storico Marco Revelli dal titolo: "Il '68, la grande contestazione". Revelli riflette su cosa rimane oggi, di quei valori e di quella generazione e quanto del nostro presente ne porta i segni.


Si prosegue alle 20.15 con la presentazione del libro "Chi ha paura muore ogni giorno" di Giuseppe Ayala (Mondadori) che approfondisce una delle pagine più dolorose della storia italiana. Sono passati quindici anni dalla terribile estate che, con i due attentati di Punta Raisi e di via d'Amelio, segnò il momento più drammatico della lotta contro la mafia in Sicilia. Giuseppe Ayala rappresentò in aula la pubblica accusa nel primo maxi-processo, sostenendo le tesi di Falcone e del pool antimafia di fronte ai boss e ai loro avvocati, interrogando i primi pentiti e ottenendo una serie di condanne che faranno epoca. Nel volume Ayala racconta la sua verità su quegli anni, sulle vittorie e i fallimenti della lotta alla mafia.


Il sabato si conclude alle 21.30 con un "Viaggio in Paradiso": David Riondino presenta un'ironica e onirica lettura di uno dei testi più importanti di Mark Twain, un recital di parole e musica con Lucio Morelli e Nicola Negrini. Si tratta di una specie di fantasia americana sull'oltretomba, visto come un luogo completamente all'opposto delle nostre più 'verosimili' aspettative; ed è in effetti una bolgia indescrivibile di situazioni quella che travolge il protagonista, il vecchio lupo di mare capitano Stormfield, interpretato da Riondino, finito in Paradiso per sbaglio. Un Paradiso che si rivelerà a tratti pieno di sorprese, in un crescendo umoristico irresistibile.
 
Per i più piccoli l'appuntamento è alle 18.30 con "Un sogno nel castello": Bon Bon e Gratta Gratta, artisti girovaghi e raccontastorie, sono i protagonisti dello spettacolo. Sul palcoscenico danno vita a gag, storielle e continui cambi di scene e personaggi: la sala del trono con il capriccioso Re Vanesio, la torre con la Principessa Orchidea corteggiata da Birlingo il Drago Vichingo. Ogni scena permette al pubblico di interagire direttamente con i personaggi, trasformando lo spettacolo in una grande e coinvolgente festa.

Tutti gli appuntamenti della rassegna sono gratuiti.
Infoline:
Comune di Modena, tel. 059/2032793

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -