Modena: sgominata banda di usurai, quattro arresti

Modena: sgominata banda di usurai, quattro arresti

Modena: sgominata banda di usurai, quattro arresti

MODENA - Una banda di usurai, che agivano nei confronti delle vittime (imprenditori in difficoltà economiche nel modenese ed in altre province dell'Emilia Romagna) con estorsioni, minacce e percosse, è stata sgominata dagli agenti della Squadra Mobile di Modena nell'ambito dell'operazione "Ultima Spiagga". Quattro le ordinanze di custodia cautelare, eseguite a Reggio Emilia, Modena e Forlì, per le accuse di usura, estorsione, minacce, percosse e lesioni in concorso.

 

Le indagini sono scattate circa un anno fa quando un imprenditore modenese si rivolse alla polizia perché vittima degli usurai. Il lavoro degli agenti della Squadra Mobile ha permesso di individuare con il tempo alcune delle vittime della banda.

 

Gli inquirenti hanno accertato che l'organizzazione, composta da campani e modenesi che non avevano dei precedenti specifici, prestavano somme di denaro in contante ad imprenditori in crisi economiche. Il "giro di affari" per alcune vittime è stimato in poco più di 300mila euro.

Se i creditori erano in ritardo con i pagamenti di pochi giorni, la banda prelevava loro monili. Se il periodo si faceva più lungo, allora venivano svolte delle vere e proprie spedizioni punitive, compiute da un ex buttafuori 35enne della provincia di Salerno.

 

In manette sono finiti, oltre al buttafuori, un disoccupato di 37 anni di origini calabresi ma residente a Casalgrande ritenuto il presunto capo della banda e un imprenditore edile napoletano di 45 anni, ma abitante anch'egli a Casalgrande. Nel corso dell'operazione la Polizia ha sequestrato anche le armi utilizzate (regolarmente denunciate) usate per le minacce.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -