Modena: stupra giovane connazionale, arrestato marocchino

Modena: stupra giovane connazionale, arrestato marocchino

Modena: stupra giovane connazionale, arrestato marocchino

MODENA - Avrebbe violentato una connazionale di 23 anni conosciuta nella nottata tra sabato e domenica in un locale di Modena frequentato da extracomunitari. I Carabinieri di Maranello, con la collaborazione dei colleghi del Nucleo Operativo di Sassuolo, al termine di rapide indagini hanno arrestato un marocchino di 31 anni con l'accusa di violenza sessuale.

 

Secondo una prima ricostruzioni, l'uomo si sarebbe avvicinato alla giovane, che si trovava nel locale con alcune amiche, invitandola a bere un drink insieme. Dopodichè la ragazza ha accettato l'invito del connazionale di recarsi in un locale italiano. Non appena sono saliti a bordo dell'auto della 23enne, l'individuo ha assunto un atteggiamento aggressivo.

 

Sotto la minaccia di un temperino, è stata costretta a raggiungere l'abitazione dell'uomo. Scesa dall'auto, ha cercato di fuggir via e a gridare, ma inutilmente. Con un coltellino puntato alla gola, è stata obbligata a salire nell'appartamento dell'individuo e a sniffare della cocaina. La 23enne, dopo essersi rifiutata, è stata percossa e costretta a spogliarsi. Quindi è stata violentata.

 

Dopo aver subito lo stupro, è stata minacciata di morte qualora avesse riferito dell'accaduto alle forze dell'ordine. Ma la ragazza ha raggiunto a bordo della propria automobile la stazione dei Carabinieri di Maranello, dove ha sporto denuncia. Quindi è stata accompagnata all'ospedale di Sassuolo per le cure del caso.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Subito sono scattate le indagini degli uomini dell'Arma i quali, grazie alla descrizione fornita dalla vittima, sono riusciti ad individuare e ad arrestare in località La Veggia il bruto. Ora il 31enne si trova detenuto presso il carcere di Reggio Emilia a disposizione della magistratura.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -