MODENA - Tav, in città nuove rotatorie e collegamenti viari

MODENA - Tav, in città nuove rotatorie e collegamenti viari

MODENA - Lo spostamento verso nord della linea ferroviaria nel tratto compreso tra San Cataldo e Cittanova, previsto nel piano complessivo dell'Alta Velocità, permetterà di unire nuovamente tra di loro alcune zone della città separate da tempo proprio dalla linea storica. I lavori per la realizzazione delle nuova linea, in parte già in corso e previsti nell'ambito dell'accordo di programma con Tav e Cepav, prevedono infatti a corredo nuove strade, rotatorie e collegamenti viari, oltre ad una grande opera di piantumazione di alberi e arbusti lungo tutto il nuovo tratto ferroviario.


I dettagli sono stati illustrati in Consiglio comunale dall'assessore alla Mobilità Daniele Sitta, che ha portato in discussione la delibera, approvata con il voto favorevole della maggioranza e del gruppo Indipendente, il voto contrario di An e Forza Italia e l'astensione della Lega Nord.
Nel dettaglio, è previsto un sistema di tre rotatorie che metterà in collegamento la Gronda nord con la Gronda sud, collegando poi l'intero sistema delle Gronde con la tangenziale. Questa prima opera avrà effetti concreti quando la linea ferroviaria attuale sarà dismessa e sarà quindi riattivato il vecchio collegamento diretto di Strada San Cataldo con la zona attualmente a nord della ferrovia. Strada Cimitero, nella zona delle nuove rotatorie, sarà leggermente spostata per lasciare una fascia libera in prossimità del muro di cinta del cimitero di San Cataldo, una zona in cui è ipotizzabile la realizzazione di parcheggi a pettine. L'intero sistema della rotatorie, inoltre, sarà collegato a Stradello Capitani, su cui è prevista un nuova rotatoria che migliorerà il collegamento tra la tangenziale e Ponte Alto, zona in cui sono anche previste opere di viabilità per dare continuità alla viabilità minore. La Nazionale per Carpi, infine, sarà deviata e abbassata in corrispondenza del viadotto della nuova linea cittadina.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...


Pareri favorevoli sono stati espressi nel corso del dibattito da Caropreso (Indipendente), Rusticali (Sdi), Fino (Società Civile), Toni e Campana (Ds), che hanno messo in rilevo l'importanza del ricongiungimento viario, ma anche l'attenzione prestata alle piste ciclabili, al verde e al recupero dell'ingresso monumentale del cimitero di San Cataldo. Critico invece Leoni (Forza Italia), che ha ribadito il no "a questa delibera che fa parte di un percorso di scelte dell'amministrazione che noi non abbiamo condiviso". Colombo (Prc) ha ribadito il giudizio negativo sull'Alta Velocità, sottolineando però "l'operato positivo dell'amministrazione per mitigare l'impatto", mentre per Tesauro (Verdi) "pur non avendo apprezzato il progetto Alta Velocità, queste opere contribuiscono ad una mitigazione necessaria".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -