MODENA - Tempio, sabato 29 la 'fantavisita' del quartiere

MODENA - Tempio, sabato 29 la 'fantavisita' del quartiere

MODENA - Una fantavisita, un salotto urbano, uno spettacolo interattivo per bambini: sono gli ingredienti della prima giornata di eventi culturali nella zona Tempio, con la quale si inaugura un programma di iniziative che durerà fino a dicembre.


Sabato 29 marzo l'appuntamento è in piazza Natale Bruni, dalle 15 in poi. Lì sarà allestito il salotto urbano dove gli animatori di Urbanblocks raccoglieranno pareri e daranno informazioni sulle iniziative per il quartiere. Da lì partiranno, alle 15 e alle 17, le due fantavisite progettate dalla compagnia teatrale Koinè, i cui partecipanti, muniti di cuffie, seguiranno attori e narratori in un percorso radioguidato, alla scoperta di angoli salienti e critici, sapori e saperi del quartiere. E sempre davanti all'entrata del Tempio, per i bambini dai 4 ai 10 anni sarà in scena lo spettacolo interattivo "Il principe e l'orco selvatico", con le attrici Marcela Barros, Francesca Iiacovello e Roberta Spaventa che coinvolgeranno i piccoli spettatori rendendoli direttamente protagonisti.


Prende così il via un ricco programma per animare le strade della zona Tempio fino alla fine del 2008: concerti soul e jazz, teatro dialettale, mercatini gastronomici e bancarelle made in Italy, accanto a proposte per i bambini come Mercantingioco. Il cartellone "C'è un Tempio per…" è promosso dall'assessorato alle Politiche economiche in collaborazione con Circoscrizione 1, associazione Via Piave e dintorni con il contributo di Emilbanca. Per informazioni e prenotazioni su può chiamare lo 059 2032532.


Gli eventi culturali di "C'è un Tempio per…" fanno parte del progetto di riqualificazione commerciale "Tempo al Tempio", un pacchetto di interventi a sostegno del tessuto economico della zona Tempio, per incentivare gli imprenditori e i commercianti a investire nella zona e contribuire a renderla più bella e vivibile. I contributi messi a disposizione dal Comune con 3 bandi pubblici ammontano in tutto a 200 mila euro. C'è tempo fino al 18 aprile per gli imprenditori già insediati nell'area che desiderano chiedere contributi a fondo perduto per riqualificare la propria attività. Scadrà invece il 19 maggio il bando che concede 2 autorizzazioni per l'apertura di nuovi bar, locali di intrattenimento o ristoranti, con un occhio di riguardo per le proposte culturali e innovative. Infine, uscirà il 18 aprile il bando che mette a disposizione 90 mila euro di contributi per l'apertura di nuove attività nell'area. Valorizzazione commerciale, miglioramento dell'arredo urbano e controllo del territorio si combineranno con i progetti urbanistici: il Museo Casa Natale di Enzo Ferrari, la ex Manifattura Tabacchi, il comparto ex Acciaierie, l'ex cinema Principe, la vecchia sede delle Poste in via Nicolò dell'Abate, il complesso immobiliare Il Pavone.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...


Per informazioni sull'attività dell'Associazione via Piave e dintorni, che si impegna per rivitalizzare il quartiere con la partecipazione attiva di chi lo abita, si può scrivere all'indirizzo viapiaveedintorni@libero.it. I progetti di animazione urbana di Urban blocks sono on line su www.urbanblocks.org. Il teatro sostenibile di Koiné si trova in rete all'indirizzo www.database.it/koine. Per il testo completo dei bandi pubblici si può digitare www.comune.modena.it/economia o rivolgersi alle portinerie delle sedi comunali e delle associazioni di categoria.


Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -