Modena: una giornata per scoprire il 'respiro' della città

Modena: una giornata per scoprire il 'respiro' della città

MODENA - L'Organizzazione Mondiale della Sanità ha scelto di dedicare l'anno 2009 alla cura e alla prevenzione delle patologie dell'apparato respiratorio.
L'elevata incidenza e prevalenza fanno delle patologie dell'apparato respiratorio una delle più frequenti cause di malattia, invalidità e morte in Italia ed in Europa. Secondo le previsioni dell'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) le "malattie del respiro" sono destinate ad aumentare nei prossimi venti anni, e si prevede che alcune di esse (broncopneumopatia cronica ostruttiva (BPCO), tumori polmonari, infezioni respiratorie e asma) risulteranno fra le prime cause di morte, morbilità e disabilità.


"Scopri il Respiro di Modena" è un'iniziativa rivolta a tutta popolazione modenese per dare la possibilità a quanti lo vorranno di effettuare l'esame spirometrico e di ricevere la comunicazione del risultato in tempo reale. L'esame spirometrico rileva segnali di ostruzione delle vie bronchiali ed è necessario per fare diagnosi di Bronco Pneumopatia Cronica ostruttiva (BPCO), una malattia cronica irreversibile, dell'apparato respiratorio, caratterizzata da un'ostruzione delle vie aeree che, nelle sue fasi iniziali, può non essere riconosciuta, tranne quando venga sospettata o valutata con un'attenta indagine clinico-funzionale.

Le malattie respiratorie sono la terza causa di morte nella popolazione modenese, i tassi standardizzati di mortalità nel lungo periodo mostrano una diminuzione nei maschi e un andamento più oscillante nelle femmine.


Nel periodo 2004-2007 i ricoveri per queste tipologie di malattie sono diminuiti del 4 per cento con differenze significative tra le diverse patologie dell'apparato respiratorio: sono aumentati i ricoveri ordinari per Edema Polmonare e Insufficienza Respiratoria (31 per cento). Sono invece diminuiti i ricoveri per la malattia polmonare cronica ostruttiva e le Neoplasie dell'apparato respiratorio: rispettivamente - 32 per cento e - 21 per cento, questo non tanto per variazioni di incidenza sulla popolazione, ma per l'attuazione di diversi modelli di gestione che tendono a privilegiare i trattamenti alternativi al ricovero.


La Clinica di malattie dell'Apparato Respiratorio dell'Azienda Policlinico effettua ogni anno oltre 1000 ricoveri di cui circa il 30% per insufficienza respiratoria, 11% provenienti dei ricoveri provengono da altre regioni, 200 casi trattati in DH oncologico per neoplasia polmonare, oltre 12.000 prestazioni ambulatoriali di cui 7.000 visite. E' attivo un nuovo modello di gestione dei casi urgenti e complessi definito "affido pneumologico" con oltre 2300 accessi\anno.
Anche le notifiche per Tubercolosi sono diminuite dal 2003 al 2007 passando da 98 a 80.

L'iniziativa è promossa dal Banco di San Geminiano e San Prospero - Gruppo Banco Popolare e dal Comune di Modena, Assessorato Politiche per la Salute e Decentramento. E' coordinata dal dottor Carlo Pomari - Responsabile del Servizio di Fisiopatologia Respiratoria dell'Ospedale Sacro Cuore Don Calabria di Negrar e vede la collaborazione dell'Azienda Ospedaliero Universitaria di Modena - Clinica delle Malattie Apparato Respiratorio. Partner dell'iniziativa sono anche le Farmacie Comunali di Modena che contribuiranno a diffondere il materiale informativo


Contestualmente all'esame spirometrico verrà chiesto ai partecipanti di compilare un breve questionario che verrà consegnato da personale medico i cui dati contribuiranno ad arricchire le informazioni di uno studio iniziato nel 2008 a cura del Professor Massimo Guerriero dell'Università degli Studi di Verona.


L'iniziativa si articolerà in sette giornate e avrà inizio sabato 18 e domenica 19 aprile dalle ore 10 alle 18 in occasione della 71ª Fiera Campionaria.
Nel mese di maggio sono stati organizzati sei appuntamenti nelle Circoscrizioni.
Sabato 9 maggio dalle 10 alle 18 presso il Centro Commerciale "I Portali", Via dello Sport 50 (a cura della Circoscrizione 2)
Sabato 23 dalle 10 alle ore 18 presso la sede della Circoscrizione 1, Piazzale Redecocca, 1; (a cura della Circoscrizione 1)
Sabato 16 maggio dalle 11 alle 19 presso il Parco Amendola Sud - Sala Riunioni della Casa Colonica, Via Panni 167 (a cura della Circoscrizione 3)
Domenica 17 maggio dalle 11 alle 19 presso la Polisportiva Union 81, Via Tincani Martelli 140 a Portile (a cura della Circoscrizione 3)
Sabato 30 maggio dalle 10.30 alle 18.30 in Piazza Alessandrini (a cura della Circoscrizione 4)
Domenica 31 maggio dalle 10.30 alle 18.30 in Piazza Guido Rossa (a cura della Circoscrizione 4).

MAGGIO DEDICATO AL RESPIRO E ALLA LOTTA AL FUMO
Il prossimo mese di maggio sarà interessato da due campagne specifiche: la settimana nazionale del respiro (25-30 maggio) e la Giornata Mondiale contro il Tabagismo (31 maggio) che quest'anno è particolarmente finalizzata alla diffusione di informazioni sanitarie sui danni provocati dal fumo.


L'assessorato alle Politiche per la Salute, in collaborazione con le Aziende Sanitarie, stanno predisponendo un segnalibro incentrato proprio sulle informazioni sanitarie sui danni derivanti dal fumo da distribuire nel mese di maggio anche in occasione delle iniziative organizzate nelle Circoscrizioni.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

IL SEGNALIBRO
Solo nel nostro paese si stima che circa 800.000 decessi l'anno siano attribuibili alle conseguenze dell'abitudine al fumo. Il 25% 30% di tutti i decessi causati dal cancro può essere riconducibile al consumo di tabacco.
I VANTAGGI DI SMETTERE
Smettere di fumare ed evitare l'esposizione al fumo passino sono azioni importantissime che proteggono la vostra salute e quella degli altri
FUMO E SALUTE RIPRODUTTIVA
Smettere di fumare riduce il rischio di infertilità e disturbi nella funzione riproduttiva di entrambi i partner. Smettere di fumare in gravidanza e non esporsi al fumo passivo riduce il rischio di aborto, di parto prematuro, di sottopeso del bambino alla nascita e di difetti di crescita.
FUMO E SALUTE DEI BAMBINI
I genitori che non fumano riducono significativamente per il loro bambino il rischio di morte in culla e malattie delle prime vie respiratorie
FUMO E MALATTIE CRONICHE DGENERATIVE
Se si smette di fumare la respirazione migliora e si riduce enormemente il rischio di tumori e patologie croniche dei polmoni, si riduce il rischio di malattie circolatorie, si riduce il rischio di tumori alle vie digerenti e nelle donne si abbassa il rischio della menopausa precoce, del tumore del collo dell'utero e di patologie autoimmuni.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -