MODENA - ''Modena terra di motori'', a maggio sfrecciano le emozioni

MODENA - ''Modena terra di motori'', a maggio sfrecciano le emozioni

MODENA - Arriva la primavera e “Modena Terra di Motori” come ogni anno accende il turbo. In maggio l’ottava edizione della più grande manifestazione italiana dedicata alla passione per i motori cambierà il volto della città. Sarà la sua grande vocazione per i motori a farla da padrone e così strade e piazze del centro storico saranno le passerelle per le gran turismo da sogno del passato, del presente e del futuro. Ad intrecciarsi in un tourbillon di lamiere unico in Italia una trentina fra raduni di owners di grandi marchi, mostre fotografiche, gare rievocative, sfilate e tour enogastronomici in una delle province italiane più ricche di sapori e tradizioni.

Dopo la succosa anteprima di “Modena Terra di Motori”, il "Concours d'elegance - Trofeo Salvarola Terme", la kermesse modenese spinge il piede sull’acceleratore il 5 e 6 maggio, regalando agli appassionati una serie di appuntamenti che hanno come protagonista l’avventura dell’uomo e dei motori, un connubio che in Emilia-Romagna e a Modena in particolare ha regalato i suoi frutti migliori.


Per gli amanti del rombo dei cilindri d'epoca, a pochi passi dal centro storico, l’appuntamento sarà il 5 e il 6 maggio con uno degli eventi più importanti della manifestazione motoristica modenese: il "Modena Historic Challenge – Sesto Trofeo città di Modena". La gara di regolarità tra auto d'epoca impegnate su un vero e proprio circuito appositamente ricostruito al Parco Novi Sad, è diventata un vero e proprio "must" per i grandi gentleman driver italiani ed europei. Quest'anno a sfilare fra gli agguerriti concorrenti e a intrattenere il pubblico fra una prova e l’altra ci saranno grandi sorprese a 2 e a quattroruote. Fra cui il “Memorial Walter Villa – Umberto Masetti”, una sfilata dinamica di motociclette da corsa che ripercorre la storia del motociclismo, quest’anno dedicata oltre che al grande campione delle 250, Walter Villa, anche al compianto Umberto Masetti, primo italiano campione mondiale delle ‘500 (1950), scomparso lo scorso anno. Sempre il 5 e 6 maggio, è in programma un altro grande appuntamento, questa volta dedicato al mito dell’Abarth e di uno dei suoi più grandi preparatori: Gianni Baistrocchi. Sabato in Piazza Sant’Eufemia sfileranno i modelli dello Scorpione che dominarono negli anni ’60 e ’70, mentre domenica Modena Terra di Motori renderà omaggio a Baistrocchi premiandolo con un trofeo in creta realizzato dal giovane artista modenese Alessandro Rasponi.


L’intero centro storico di Modena durante il primo fine settimana di maggio si trasformerà in un enorme museo a cielo aperto di un secolo di cultura automobilistica. Tanti gli appuntamenti in programma: si va dalla sfilata statica di oltre 120 auto del Cavallino Rampante organizzata dallo Scuderia Ferrari Club “Enzo Ferrari” che tingerà di rosso Piazza Grande, al raduno dedicato al mito a quattro ruote della Lambretta-Innocenti; dalle esposizioni dei gioielli delle grandi collezioni modenesi Panini, Righini e Stanguellini alla fedele ricostruzione dei box dell’Autodromo di Modena che fu inaugurato nel 1947 nell’area dell’attuale Parco Ferrari. In piazza Sant’Agostino ci sarà spazio anche per la Maserati che regalerà agli appassionati la possibilità di vedere il prototipo della Gran Turismo presentata a marzo al Salone di Ginevra.

Il secondo week end di “Modena Terra di Motori”, quello del 12 e 13 maggio regalerà agli appassionati un’emozione davvero particolare. Modena infatti sarà una delle tappe di avvicinamento della nuova impresa dell’Itala, la leggendaria vettura che esattamente cent’anni fa si cimentò nel “Raid Pechino – Parigi”. Proprio in occasione del centesimo anniversario di questa avventura che vide trionfare l'equipaggio italiano di Scipione Borghese alla guida della leggendaria "Itala", con due settimane di vantaggio sugli altri concorrenti, si è voluto celebrare questa ricorrenza per ricordare al mondo che l'industria del nostro paese in questi cento anni è cresciuta anche grazie ai semi gettati durante l'avventura di allora, all'insegna della creatività, dell'entusiasmo e dell' innovazione. Accompagnata dai celebri camion arancioni di Overland, Itala partirà in luglio da Parigi per raggiungere dopo 60 giorni Pechino.


Grande attesa anche per le mostre di rilievo che accompagneranno la kermesse: “Rombo Modena – 1947/1957. Il decennio d’oro dell’automobilismo modenese. L’eco di trionfi e tragedie dall’archivio de “La Gazzetta dello Sport”, “Guerzoni, da Bomporto alla Mignon…e oltre” e “I nuovi concept del mito – 20 modelli realizzati da giovani designer in occasione di un concorso per le Ferrari del futuro”. La prima che si terrà al Museo della figurina dal 12 maggio al 22 luglio, realizzata in collaborazione con il Fotomuseo Panini e il Centro Documentazione Rcs – l’archivio giornalistico che unisce la storia de “La Gazzetta dello Sport” e de “Il Corriere della sera” – è un esposizione di materiale fotografico inedito dal quale emergono vicende e personaggi che hanno lasciato tracce indelebili nella storia dell’automobilismo; la seconda che si terrà a piano terra di Palazzo dei Musei dal 5 al 13 maggio, curata dalla giornalista e scrittrice Nunzia Manicardi, è un racconto attraverso fotografie, documenti e modelli di moto dell’ avventura di Vittorio Guerzoni, il primo costruttore motoristico modenese; la terza, sempre a piano terra del palazzo dei musei dal 5 al 13 maggio porterà a Modena una serie di progetti e modelli frutto della creatività dei giovani talenti delle maggiori scuole europee di design che hanno vinto un concorso per le Ferrari del futuro.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ma la manifestazione promossa da Comune di Modena, Provincia, Camera di Commercio e Fondazione Cassa di Risparmio di Modena, non si congederà ancora: sempre il 12 e 13 maggio al parco dedicato alla memoria di Enzo Ferrari si terrà la seconda edizione di quello che è già diventato un appuntamento imperdibile per i collezionisti, la manifestazione "Mostra Scambio Città di Modena”. La capitale mondiale dell'automobilismo sportivo ospiterà una due giorni dedicata a tutti i collezionisti di automobili, moto e memorabilia legate al mondo delle due e quattroruote e alle loro famiglie. Circa 150 espositori daranno vita ad una kermesse durante la quale sarà possibile effettuare scambi, vendere o acquistare rarità d'ogni genere. Per l’occasione sarà allestita una mostra sulla componentistica dei bolidi della Motor Valley, un’area dedicata all’enogastronomia, un parco giochi per i bambini, esibizioni di paracadutisti, gare di aquiloni e corsi per la loro costruzione.



Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -