Modigliana, Bartolini (PdL) in Regione: "Mantenere il presidio del Country Hospital"

Modigliana, Bartolini (PdL) in Regione: "Mantenere il presidio del Country Hospital"

Modigliana, Bartolini (PdL) in Regione: "Mantenere il presidio del Country Hospital"

FORLI' - Il consigliere regionale del PdL Luca Bartolini chiede che non venga eliminato il presidio ospedaliero del Country Hospital, in quanto "la Valle del Tramazzo nella Provincia di Forlì-Cesena, gode di tutte le caratteristiche affinché a Modigliana sia mantenuta, così come avvenuto fin quasi un anno fa, la struttura con 20 posti letto attiva dal 1996, riconosciuta ed ammirata in campo nazionale, gestita dai medici di famiglia coadiuvati da personale AUSL".

 

Bartolini ricorda che "la struttura offre anche importanti servizi di Day Hospital e altri servizi di alta valenza sanitaria con percorsi ospedalieri con accesso immediato per esami strumentali e visite specialistiche particolarmente apprezzati dalla popolazione locale che altrimenti sarebbe costretta a rivolgersi a strutture ospedaliere di Faenza o Forlì con particolare sacrificio non solo per i pazienti ma anche per le famiglie degli stessi".

 

"Valutato che dal PAL appare evidente come il mega deficit dell'Ausl di Forlì maturato altrove (Irst, Pievesistina e altre iniziative di Area Vasta con i costi scaricati furbescamente prevalentemente sulla Ausl di Forlì) si cerchi di scaricarlo oggi anche nelle attività periferiche che non hanno contribuito certamente a farlo implodere".

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La richiesta è che la "Struttura Sanitaria intermedia, denominata Country Hospital di Modigliana, sia mantenuta con le caratteristiche, i percorsi e le funzioni, che aveva nell'anno 2009 e che sia accreditata, mantenendo la piena valenza sanitaria, dalla Regione Emilia Romagna, in quanto trattasi di un servizio irrinunciabile per la Vallata del Tramazzo e di una tipologia, indicata dal Piano Sanitario Nazionale, come particolarmente funzionale ai bisogni delle Comunità periferiche e alla necessaria razionalizzazione dei costi ospedalieri".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -