Modigliana, usavano trattori rubati per fare lavori 'in nero'. Nei guai due fratelli

Modigliana, usavano trattori rubati per fare lavori 'in nero'. Nei guai due fratelli

Modigliana, usavano trattori rubati per fare lavori 'in nero'. Nei guai due fratelli

MODIGLIANA (Forlì) - Per arrotondare la paga mensile si dilettavano in impieghi presso poderi agricoli della Valle del Tramazzo utilizzando trattori rubati. Per non destare sospetti si mettevano all'opera in piena notte, dalle 4 alle 7. Due fratelli di Modigliana, L.M. e G.M., rispettivamente di 48 e 47 anni, sono stati denunciati a piede libero dai Carabinieri della stazione di Modigliana al termine di una serie di controlli con l'accusa di ricettazione.

 

>LE IMMAGINI DEI TRATTORI RUBATI

 

I militari hanno scoperto che i due utilizzavano un Bobcat ed un piccolo escavatore - entrambi privati di targhe - per compiere alcuni lavoretti in nero nei poderi agricoli della zona. Entrambi sono risultati oggetti di furto denunciati nel 2005: il primo ai danni della 'Atmar' di Ravenna, il secondo all'"Azienda Agricola Dalmonte Egidio" di Faenza. I macchinari (dal valore di circa 50mila euro) venivano caricati su un rimorchio trainato da un trattore.

 

I due fratelli sono stati sorpresi in un ovile della zona mentre stavano caricando con il Bobcat dei cassoni con tacchini. Con l'escavatore si stava provvedendo alla creazione di alcuni fossi. Per completare i lavori talvolta venivano impiegati anche operai in nero. Per il momento sia i due fratelli se la sono cavata con una denuncia per ricettazione.

 

Gli inquirenti stanno vagliando la posizione di una terza persona, che potrebbe aver avuto un ruolo nei furti. Increduli i proprietari dei mezzi, che si sono visti recapitare quanto rubato a cinque anni di distanza dalla denuncia.


Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -