Mondaino, all'Alboreto il laboratorio di Eugenio Ravo

Mondaino, all'Alboreto il laboratorio di Eugenio Ravo

MONDAINO - L'arboreto - Teatro Dimora di Mondaino ospita dal 28 al 30 aprile "Il corpo maschera dell'anima", laboratorio di mimo condotto da Eugenio Ravo, formatosi a Parigi alla scuola del maestro E. Decroux. "Parto dall'origine del mio percorso, - spiega Ravo - dalle prime impronte impresse con passione e disinvoltura, in un tempo in cui era forte il desiderio di cambiare, di trasformare, così sono entrato  in un cammino. Il mestiere mi poneva di fronte ad una scelta vitale, dove indirizzare le mie ricerche sull'arte dell'attore".  

 

"E nel 1980/85 sono a Parigi alla scuola del maestro E. Decroux, il creatore del mimo del ‘900, con lui ho conosciuto una nuova idea del corpo dell'attore-mimo. L'intero corpo diviene maschera dove  risiede il proprio essere, il proprio sentire, la propria percezione di una visione creativa della vita - ha aggiunto -. Energia, movimento, ritmo, impercettibilità, silenzio compongono la sintesi di un linguaggio dove risiede il segreto dell'essere attore. Il movimento diviene la forza espressiva, il suo  sorriso; uno sguardo. La ricerca artistica, pedagogica e teatrale che ho intrapreso parte da lì, dal giorno in cui alla scuola il maestro mi chiese di insegnare, cambiò il modo di affiancarlo nel lavoro".

 

"Ho sempre considerato il corpo luogo di memorie infinite, di un tempo trascorso, vissuto, custode delle nostre azioni legate al pensiero, all'immaginario, allo spirituale, che nel presente creano una individuale percezione della realtà alla scoperta della bellezza. Il seminario è aperto a tutti coloro che hanno desiderio di esplorare il movimento corporeo col piacere di con-tattare altro", ha concluso Ravo.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -