Mondaino: conto alla rovescia per il Palio del Daino

Mondaino: conto alla rovescia per il Palio del Daino

MONDAINO (RN) - Pochi giorni alla partenza della macchina del tempo che per quattro giorni riporterà l'intero borgo di Mondaino indietro al 1459.

 

Da giovedì 14 a domenica 17 agosto infatti andrà in scena il Palio del Daino, una delle manifestazioni più attese dell'estate dell'entroterra della provincia di Rimini.

 

Il Palio del Daino va oltre il paradigma ormai consolidato della festa medievale, per affermarsi quale luogo di ricerca e sperimentazione di sempre nuove ambientazioni, ricostruzioni e recupero di antiche usanze e conoscenze per rendere di ano in anno sempre più ricca la minuziosa ricostruzione storica della vita di un borgo italiano tra il 1400 e il 1500, elementi che per il loro accertato valore rievocativo gli sono valsi il riconoscimento da parte del Consorzio Europeo Rievocazioni Storiche.

 

La data scelta per l'ambientazione del Palio del Daino coincide con un vero momento di festa accaduto proprio nel 1459 quando Sigismondo Pandolfo Malatesta si incontra nelle vicinanze di Mondaino con Federico da Montefeltro per sancire un trattato di pace. Sarà proprio Sigismondo Malatesta che aprirà la festa alle 18.45 di giovedì prossimo, quando accolto dal capitano del castello farà il suo ingresso trionfale all'interno delle mura di cinta attraversando la porta sorvegliata dal corpo di guardia.

 

Da quel momento si respirerà l'aria di una festa del 1450, con i musici e i cantori, le danze, i giullari e i fachiri, i comici e gli sbandieratori. Non mancheranno le disfide fra le contrade per aggiudicarsi l'ambito palio e la gara tra i balestrieri di Mondaino per incoronare il migliore.

 

Ogni angolo del borgo sarà animato da decine di artigiani, provenienti da ogni parte d'Italia, che mostreranno mestieri e abilità ormai dimenticati, in particolare per questa edizione 2008 troviamo tra le novità del Palio la lavorazione della seta e la tintura della stoffa. Per quest'ultima ricostruzione è stato anche piantato un campo di guado, antica pianta tintoria da cui si estrae il colore blu.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Non mancheranno i luoghi del ristoro de tanti spettacoli per allietare queste serate di ferragosto.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -