Monito del Papa: ''Il futuro non è in mano dei maghi''

Monito del Papa: ''Il futuro non è in mano dei maghi''

Monito del Papa: ''Il futuro non è in mano dei maghi''

ROMA - "La vera ragione di speranza dell'umanità" è costruita sul fatto che "la storia è "abitata" dalla Sapienza di Dio". Lo ha ricordato il papa Benedetto XVI all'Angelus di domenica mattina, mettendo in guardia i fedeli dagli "improbabili pronostici" dei maghi e degli oroscopi, ma nello stesso tempo invitandoli anche a non lasciarsi spaventare dalle "previsioni economiche, pur importanti". "Il Regno di Dio - ha aggiunto - ha già vinto la forza negativa del maligno".

 

"Ma ogni uomo e donna è responsabile di accoglierlo nella propria vita, giorno per giorno - ha continuato -. Perciò, anche il 2010 sarà più o meno "buono" nella misura in cui ciascuno, secondo le proprie responsabilità, saprà collaborare con la grazia di Dio". Il Papa ha esortato i fedeli a rivolgersi "alla Vergine Maria, per imparare da Lei questo atteggiamento spirituale. Il Figlio di Dio ha preso carne da Lei non senza il suo consenso".

 

"Ogni volta che il Signore vuole fare un passo avanti, insieme con noi, verso la 'terra promessa", bussa prima - ha concluso Benedetto XVI - al nostro cuore, attende, per così dire, il nostro ‘sì', nelle piccole come nelle grandi scelte. Ci aiuti Maria ad accogliere sempre la volontà di Dio, con umiltà e coraggio, perchè anche le prove e le sofferenze della vita cooperino ad affrettare la venuta del suo Regno di giustizia e di pace".

Commenti (1)

  • Avatar anonimo di P.Kc.
    P.Kc.

    La fede è fede, punto. Non va dimostrata. Ognuno crede in quel che vuole. Chi in Benedetto chi in Otelma.

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -